conosci te stesso

Conosci te stesso

di Ileana Alesso (Avvocata in Milano)

Forse non è stata una buona idea. O forse si, è stata una buona idea.
E’ un libro molto bello, questo lo sapevo.
Metterlo in valigia insieme agli altri è stato già pregustarne la lettura, solo che qui dalla meraviglia del Peloponneso, nella penisola del Mani, dove anche chi amava pinguini & taccuini, Patagonia e Moleskine, ha voluto far spargere le proprie ceneri, la lettura è a tratti insopportabile e l’orizzonte del Mediterraneo, così luminoso, azzurro e trasparente, è cupo e terribile.

Per quelle associazioni di pensiero fulminanti e ingovernabili mi ritrovo in un attimo sia a Delfi, al “conosci te stesso”, sia a Milano, al “tu sai chi sei?”, tormentone di una recente commedia esistenziale brillante incentrata sul tema dell’identità.
I pensieri si succedono veloci fermandosi poi a Cracovia, sulle parole finali di una nota poesia della amatissima Wislawa: “Conosciamo noi stessi solo fin dove siamo stati messi alla prova. Ve lo dico dal mio cuore sconosciuto”. Così scrive Szymborska, su uno struggente fatto di cronaca, dalla Polonia di fine anni ’50 del secolo scorso.

L’attualità del male”, questo è il titolo del libro

La Libia dei Lager è verità processuale”, questo ne è invece il sottotitolo.

E se è naturale e immediato cogliere subito la evocazione “dei Lager” il tratto giuridicamente saliente è la “verità processuale”.

Particolarmente esplicita la quarta di copertina del libro, collettaneo, curato dalla Associazione per gli studi giuridici sulla immigrazione (ASGI), edizioni SEB 27: “ … le Corti d’assise italiane riconoscono le atrocità che accadono nei Lager in Libia come verità processuale. Donne seviziate e spesso gravide per gli stupri, uomini e bambini prigionieri di luoghi e pratiche atroci, sequestrati e rinchiusi, riscattati e torturati oltre il concepibile fino alla morte…. Un’Europa indegna dei propri valori firma accordi con governi fantoccio e finanzia milizie purchè i migranti vengano trattenuti altrove. Partendo da una significativa sentenza emessa dalla Corte d’assise di Milano contro un cittadino somalo identificato dalle sue vittime come uno degli aguzzini del campo di Bani Walid, questo libro vuole denunciare (anche: ndr) l’orrore … e il cinismo delle politiche europee … Anche grazie a sentenze come quella qui esaminata nessuno potrà più dire di non sapere”.

Quante volte ci siamo chiesti come si potesse fare a meno di vedere tutti quei treni che finivano ad Auschwitz, macinando chilometri e chilometri attraverso tutti quei laboriosi e ciechi villaggi.
Se oggi ci si vergogna delle leggi razziali (a Milano di recente, su lodevole e commossa iniziativa del nostro Ordine è stata messa a Palazzo di Giustizia una targa a ricordo dei 106 colleghi ebrei emarginati ed esclusi dalla professione) adesso abbiamo sentenze, come quella commentata nel libro, e dunque accertamento dei fatti e responsabilità degli stessi.

Soprattutto abbiamo, dal 1948 in Italia e nel mondo, norme che all’epoca non c’erano: in gennaio, in Italia, la Costituzione e poi, a dicembre, la Dichiarazione dei diritti umani e poi via via negli anni, e decenni successivi, le Convenzioni, le Risoluzioni, le Raccomandazioni europee e internazionali.

Non è differenza da poco. E dunque tu sai chi sei ? Conosciamo noi stessi ?” sono i pensieri che mi attraversano mentre, tra la sorpresa e la frescura dei boschi del Taigeto, scendiamo da Sparta a Kalamata.
Forse non è stata una buona idea volersi fermare per un caffè nell’unico chiosco aperto, a quota 1200, lungo il percorso.
Sul tavolo si agita aperto un giornale: ci sono foto di sbarchi a Samos e di trasferimenti a Kos.

Pic.: Johannes Plenio da Pixabay

#TOPICS: ultimi articoli

Facciamoci del mare

di Nicky Persico (Avvocato in Bari e poeta)
Ebbene sì.
Il conto è arrivato, infine.
Come siamo sciocchi, noi esseri umani, quando crediamo di essere furbi

Leggi l'articolo

La marea bianca è nostra madre

di Enzo Varricchio
Tutto ciò che noi siamo qui, a sud dell’Europa e a nord dell’Africa, è umido del nostro mare, lui è la nostra madre

Leggi l'articolo

surfisti poeti

di Nicola Lopez (Giurista d’impresa in Roma)
I surfisti assorbono l’energia di un’onda, assecondandola per trasformarla in guizzi cinetici

Leggi l'articolo

Se questa è una canzone

di Antonio Longo (Avvocato in Bari)
Le storie si ripetono. Non saranno le leggi a fermarle, né i porti chiusi, né i porti troppo aperti

Leggi l'articolo

Un CCNL per la nautica da diporto

di Roberta Caragnano (Avvocata in Taranto)
Secondo le stime dell’OECD, a partire dal 2030, le industrie del mare hanno il potenziale per superare l’economia globale nel suo complesso sia in termini di valore aggiunto sia di occupazione

Leggi l'articolo

Monterosso, l’isola perduta

di Antonino Greco (Presidente Archeoclub Bari)
Monterosso è il nome che individua un’isolotto ormai scomparso nel mare di Levante a Bari, in prossimità del Fortino e dirimpetto alla Basilica del Santo Nicola

Leggi l'articolo

La via della seta, rischi e benefici

di Ugo Patroni Griffi (Presidente dell’autorità portuale dell’Adriatico Meridionale)
La moderna “Via della Seta” non ha niente a che vedere con l’epopea di Marco Polo o di Matteo Ricci

Leggi l'articolo

Breve diario di un morto per mare

di Massimo Corrado Di Florio
Il mare affascina senza mai raccontare e ci convince, col suo silenzioso e costante movimento, che è proprio nel suo non raccontare che risiede il suo fascino

Leggi l'articolo

Mondo di m…

di Enzo Varricchio
L’ieri era meglio dell’oggi? Almeno nei Cinquanta/Duemila c’erano i sogni. Ora sono rimasti solo gli incubi.

Leggi l'articolo

Archivio

Indice

Rubriche: ultimi articoli

TROJAN

Pubblicato in |

Non intendo cascare nella fin troppo facile battuta. I figli,…

E’ nata Libra, moneta social

Pubblicato in ||||

di Giovanni Pansini (Avvocato in Trani)
Se Libra venisse introdotta, potrebbe crearsi, in un battito di ciglia, un grande mercato globale digitale di quasi 2,5 miliardi di persone accomunato da una moneta unica

Oltre #MeToo

Pubblicato in ||||

di Serenella Molendini (Consigliera Nazionale di Parità supplente)
In occasione della 108° Conferenza Internazionale dell’Organizzazione Internazionale sul Lavoro approvate Convenzione e raccomandazione.

Del prestigio non resta che il gioco

Pubblicato in |

di Massimo Corrado Di Florio

Canapa, in fumo i pregiudizi

Pubblicato in ||||

di Francesco Mirizzi (Policy advisor Copa – Cogeca in Brussell)
La canapa occupa regolarmente i primi posti dell’agenda politica degli Stati membri, come dimostrato dai recenti dibattiti sui negozi di cannabis light

Il “genere” diventa indicatore di valutazione del servizio sanitario nazionale

Pubblicato in |

A cura della Redazione
A BARI SI TERRÀ IL 21-22 GIUGNO IL CONVEGNO NAZIONALE SULLA MEDICINA DI GENERE.

Family in translation

Pubblicato in ||||

di Sergio D’Angelo (Sociologo del lavoro – Presidente di AIF – Puglia)
Le famiglie sono condizionate, in larga misura, dai modelli economici e culturali prevalenti

DPO nel pubblico e nel privato

Pubblicato in ||||

di Francesco Tedeschi (Avvocato in Trani)
Il Regolamento stabilisce l’obbligatorietà della nomina del DPO per gli organismi pubblici e per le organizzazioni private a determinate condizioni

Benvenuto fisco forfetario (2° parte)

Pubblicato in ||||

di Antonio Damascelli (Avvocato in Bari e Presidente U.N.CA.T.)
A seguito della modifica normativa, dal 2019 sono ammessi al regime forfetario gli ex praticanti che iniziano una nuova attività

Seminario informativo a Cagliari

Pubblicato in |

A cura della Redazione
Crisi d’impresa, misure di allerta per prevenirla ed esdebitazione per contrastarla; seminario organizzato da Confcommercio – Sud Sardegna a Cagliari, 24 maggio 2019.

I maltrattamenti sui minori in Puglia

Pubblicato in |

a cura della Redazione
CESVI, maltrattamento all’infanzia: Puglia regione “a elevata criticità”: è quartultima in Italia.

Avvocato, disponiamo una CTU?

Pubblicato in ||||

Alessandra Capuano Branca (Avvocata in Vicenza)
Nei Tribunali ordinari si registra il sempre più frequente ricorso alle CTU per disciplinare l’affidamento dei minori.