Il fondamento

Il fondamento

di Aldo Luchi (Avvocato in Cagliari)

La pace è un’aspirazione vecchia quanto l’umanità, ma da sempre rimane un’aspirazione nonostante l’esperienza insegni che è l’unica condizione che favorisce un diffuso benessere, una maggiore equità sociale e un progresso generalizzato. Viceversa, i conflitti favoriscono l’arricchimento in brevissimo tempo di pochi soggetti a discapito dell’impoverimento di tutti gli altri, tanto è vero che le spinte di natura economica sono le più frequenti e diffuse nel loro sorgere.

Uno degli ostacoli al raggiungimento della pace va certamente individuato nella complessità delle condizioni richieste per il raggiungimento e, soprattutto, per il mantenimento di questa condizione: la condivisione di principi comuni sui quali fondare regole condivise e universalmente accettate e rispettate richiede comuni basi culturali e finalità, l’universale accettazione di principi etici minimi insuperabili e, per tutto ciò che non confligge con tali principi comuni e regole condivise, il riconoscimento ad ogni essere umano del diritto soggettivo all’autodeterminazione.

Non a caso, chiunque alimenti un conflitto adduce una pretesa superiorità – o anche solo una diversità asseritamente inconciliabile – di natura ideologica, religiosa, nazionalista, identitaria rispetto all’altra parte del conflitto. E tutti i confini, tanto quelli fisici e politici tra Stati, quanto quelli verbali nella comunicazione conflittuale, o quelli dell’imposizione di limitazioni all’altrui autodeterminazione in forza delle proprie convinzioni ideologiche, religiose, culturali e identitarie costituiscono altrettante deviazioni dal modello di convivenza pacifica.

La ricerca di principi comuni condivisi sta alla base di tutte le iniziative e le convenzioni che, a partire dalla conclusione della Seconda Guerra Mondiale, hanno tentato di stabilire regole comuni a tutti gli uomini senza, tuttavia, essere in grado di risolvere i vulnera rappresentati dalla incoercibilità di detti principi, dalla volontarietà dell’adesione dei singoli stati e dalla sostanziale ininfluenza di queste iniziative sugli squilibri economici internazionali e nazionali.

Infine, alla base dei conflitti sta l’incapacità di comprendere che la stabilità economica e la ricchezza rese possibili dalla pace sono durature e si riflettono sulle generazioni future, e che un’equa distribuzione sociale della stabilità e della ricchezza giocano un ruolo fondamentale nell’annullamento delle distanze sociali e culturali.

Dunque, l’unico possibile fondamento della pace è davvero il riconoscimento dell’irrinunciabilità e dell’inviolabilità dei diritti minimi e delle regole necessarie per garantire la loro tutela. Un patrimonio culturale globalmente condiviso, oltre il quale il diritto fondamentale all’autodeterminazione sia altrettanto inviolabile e tutelato.

Credits: Noupload da Pixabay

Di Aldo Luchi, su Ora Legale News

#TOPICS: ultimi articoli

Diritti per tutti i generi

Anna Losurdo
Un filo rosso verso una società sempre più giusta perchè sempre più uguale

Leggi l'articolo

Un labile confine

Anna Losurdo
La limitatezza della nostra esperienza umana ci imporrebbe di sottoporre a continue verifiche i nostri giudizi

Leggi l'articolo

Guerra e pace

Anna Losurdo
Non c’è libertà senza pace e non può esserci pace senza libertà

Leggi l'articolo

Nulla via impervia

Anna Losurdo
Nulla è più poetico di una strada solitaria. Ma davvero c’è poesia nelle vie solitarie di questo nostro tempo?

Leggi l'articolo

Nuove parole e nuovi metodi

Anna Losurdo
Improvvisamente la guerra non è più un brutto gioco di bambini

Leggi l'articolo

La grande follia

Laudato si’
Dobbiamo chiederci non chi può vincere la guerra, ma come disattivarla

Leggi l'articolo

Guerra dentro

Tiziana Nuzzo
Costruttore di pace è chi sia adopera ogni giorno a unire

Leggi l'articolo

Glottologia della guerra

Paola Furini
Noi occidentali non eravamo più abituati ad avere paura

Leggi l'articolo

Supplemento d’anima

Anna Paola Lacatena
Per sfuggire all’attrazione esercitata dall’orrore e dalle sue assolute certezze

Leggi l'articolo

Archivio Magazine

Indice

Rubriche: ultimi articoli

Dal sovraindebitamento alla composizione negoziata

Pubblicato in ||

A cura della redazione
L’Associazione Italiana Avvocati e Gestori
della crisi da sovraindebitamento e d’impresa organizza un evento formativo a
ROMA, HOTEL OCCIDENTAL ARAN PARK, 16 e 17 Giugno 2022

Filiazione materna sempre meno invisibile

Pubblicato in ||

Stefania Stefanelli
Una appliazione della tutela costituzionale dell’identità dei figli

Assegno divorzile: il tribunale di Matera bacchetta le sezioni unite

Pubblicato in |||

Enzo Varricchio
Il Tribunale di Matera rilegge la sentenza delle Sezioni unite

Che sapere per non essere condannati

Pubblicato in |||

Leonardo Andriulo
L’ipotesi di delitto di diffamazione aggravata all’interno dei social network è sempre più frequente

Le ragioni dei minori, senza pregiudizi

Pubblicato in |

Andrea Mazzeo
Nelle vicende di affidamento dei figli minori spesso molte illazioni psicologiche ma pochi o nessun fatto

Giustizia in tv ma col PNRR

Pubblicato in |||

Enzo Varricchio
È andato in TV il PNRR, il più grande piano di investimenti della storia dell’Unione Europea

Cosa indossavi?

Pubblicato in |

Maria Critina Carratù
Pubblichiamo la prefazione al libro di Iacopo Benevieri

Un percorso affascinante

Pubblicato in |||

Valeria Pettorino

Cultura scientifica e lungimiranza

Pubblicato in |||

Claudia Segre e Anna Losurdo

Ecosistema della condivisione

Pubblicato in |||

Alessandra Pugnetti

Ecosistema della resilienza

Pubblicato in |||

Leonilde Bonfrate

Ecosistema del pregiudizio

Pubblicato in |||

Serenella Civitelli