IMG_6451-landscape

Il futuro è oggi: Intelligenza Artificiale e sue applicazioni in psichiatria

di Giuseppe Verrastro (Psichiatra)

L’Intelligenza Artificiale (IA) è ormai integrata nella società molto più di quello che possiamo percepire. Secondo tutti i futurologi la 4a Rivoluzione Industriale avrà come protagonista la tecnologia dell’Intelligenza Artificiale applicata ai domini dell’ambiente, del digitale e del biologico. In quest’ottica la medicina rappresenterà uno dei poli di maggior interesse.
Da qualche anno si sta facendo strada la psichiatria computazionale, ovvero della IA applicata alla psichiatra, che utilizza una potente analisi dei dati e l’apprendimento automatico per mettere a nudo fattori sottostanti alla base di comportamenti estremi ed insoliti tipici delle patologie psichiatriche estraendo dati da osservazione nel mondo reale (audio, video, immagini e testo) e collegarli alle teorie matematiche della cognizione. In altre parole sarà sempre più possibile sviluppare esperimenti basati su computer che controllino attentamente gli ambienti in modo che i comportamenti specifici possano essere studiati in dettaglio, molto meglio che da singoli osservatori umani.
Vediamo alcuni esempi.
Colin Walsh della Vanderbilt University Medical Center ha descritto le prime fasi del suo lavoro su un nuovo algoritmo di IA che, utilizzando un flusso di dati che è pubblicamente disponibile negli USA tramite registri ospedalieri e locali, potrà, con una precisione fino al 90% prevedere la probabilità che qualcuno commetta un tentativo suicidario nei prossimi mesi.
Sempre nell’ambito dei disturbi affettivi, l’enorme flusso di dati che proviene dall’applicazione Instagram è oggetto di attenzione e studio da parte di un gruppo di ricercatori di Harvard e dell’Università del Vermont, che utilizzando l’analisi del colore, i metadati e il rilevamento del volto, può raggiungere un’accuratezza del 70% nel rilevamento si degni precoci di depressione e di mania.
Molte cliniche nel mondo si stanno dotando di algoritmi di IA per valutare i migliori protocolli basati sull’evidenza scientifica per il trattamento psicofarmacologico così come molti altri algoritmi di machine learning si stanno applicando all’analisi degli studi clinici medici e di psichiatria (i cosidetti RCT: Randomized Clinical Trials), per valutare, a un livello di obiettività superiore, se i risultati clinici di nuovi trattamenti farmacologici sono basati o meno su criteri di evidenza scientifica.
Ricercatori dell’Università del Texas e della Yale University usando le ultime novità in fatto di computer vision e machine learning hanno iniziato a valutare i bambini mentre eseguono determinati esercizi fisici e informatici per diagnosticare l’ADHD.
Siamo ancora agli albori ma da questi pochi esempi si può evincere che il futuro è adesso per quanto riguarda le infinite possibilità dell’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale per migliorare la diagnosi e i trattamenti dei più gravi disturbi mentali. Questo che piaccia o meno ai professionisti della Sanità.

#TOPICS: ultimi articoli

La democrazia degli “imbecilli”

di Carlo Calvieri (Professore associato Istituzioni di diritto pubblico – Dip. Giurisprudenza Unipg)
La libertà di parola non può essere fonte di discriminazione

Leggi l'articolo

Le parole sono finite

di Massimo Corrado Di Florio
Fake news e distopia sociale

Leggi l'articolo

Abitare piattaforme

di Anna Losurdo
L’Avvocatura è presidio dei diritti degli utenti nel sistema delle regole della rete

Leggi l'articolo

Aaron Swartz: la resilienza culturale

di Giovanni Pansini (Avvocato in Trani)
Il Diritto a prendere parte alla vita culturale nella società digitale. La lezione di Aaron Swartz

Leggi l'articolo

Come pesci nel grande oceano

di Pietro Buscicchio (Psicologo e psicoterapeuta in Bari)
Dobbiamo stupirci se siamo così immersi in pregiudizi e stereotipi da non accorgercene quasi più?

Leggi l'articolo

Iper – conoscenza super – ignoranza

di Antonio Longo (Avvocato in Bari)
La cosa importante, rivoluzionaria era che la notizia era diventata patrimonio comune.

Leggi l'articolo

Archivio

Indice

Rubriche: ultimi articoli

BARI – MARSALA…. VITTORIA CHE REGALA L’ALLUNGO DECISIVO!

Pubblicato in ||

Dopo la pesante e brutta sconfitta subita sul campo della…

TURRIS – BARI…. SCONFITTA CHE FA MALE!!!

Pubblicato in |

Arriva la seconda sconfitta per la squadra biancorossa in questo…

Garantismo penale e Società globale

Pubblicato in ||||

di Giorgio Pica (Presidente del Tribunale di Matera)
Relazione al Convegno “Dei delitti e delle pene” a 250 anni dalla pubblicazione.

BARI – IGEA VIRTUS…. RIPRENDE LA MARCIA

Pubblicato in |

Una partita che forse non è mai cominciata quella disputatasi…

Fake news e rilevanza penale

Pubblicato in ||||

di Nadia Germanà Tascona (Avvocata in Milano)
La forza distruttiva della parola è ancora più evidente quando la comunicazione avviene attraverso la rete e i social

Il meglio di un uomo

Pubblicato in ||||

di Orazio Leggiero (Associazione nazionale Maschile Plurale-Gruppo Uomini in gioco di Bari)
Il meglio di un uomo è la consapevolezza e la responsabilità delle sue azioni

BENVENUTO FISCO FORFETARIO

Pubblicato in ||||

di Antonio Damascelli (Avvocato in Bari e Presidente di UN.CA.T.)
Disciplina fiscale del reddito degli avvocati

Lettera aperta al Senatore Simone Pillon

Pubblicato in ||||

di Isabella de Bellis Sciarra (Avvocata in Perugia)
Il diritto di famiglia: un’isola che il diritto può solo lambire.

CITTANOVESE – BARI…. PRIMA SCONFITTA, MA NIENTE DRAMMI

Pubblicato in |

Dopo 19 giornate di campionato il Bari perde la propria…

SANCATALDESE – BARI…. ADESSO E’ FUGA

Pubblicato in |

Nel giorno in cui i tifosi biancorossi piangono la scomparsa…

BARI – MESSINA. NUOVO ANNO, SOLITO BARI

Pubblicato in |

Nuovo anno, solito Bari. Il Bari ricomincia la stagione nel…