Occorre fare

Occorre fare

di Noi di Spoiler think tank di futuristi

Tanto per cominciare, i fratelli Lumiere non hanno inventato il cinema. Nossignore. Allora uno dice, in che senso?
Bisogna capirsi.

I fratelli Lumiere hanno inventato una tecnologia che permetteva di riprodurre immagini. Il cinema, come tutti noi sappiamo, è un’altra cosa.

O meglio, il cinema è in parte una tecnologia, in parte una forma di rappresentazione, in parte un’espressione artistica.
Quindi, ai fratelli Lumière si può dare atto di avere contribuito all’invenzione, ma a loro mancava il contenuto da rappresentare.
Erano scienziati, in fondo, non artisti. Indispensabili pare, ma non sufficienti.

Loro hanno messo lo strumento, ad altri spetta la poesia.

Come in altre invenzioni, anche in questa è affascinante scoprire come le vite di persone tanto diverse, spesso lontane e sconosciute tra loro, si intreccino in modo così profondo. Infatti, senza i fratelli Lumiere – così ingiustamente bistrattati in questo piccolo articolo – Charlie Chaplin e Buster Keaton avrebbero probabilmente fatto altro, così come molti dopo di loro.

Lo stesso accade per lo studio dei futuri (ci perdoni il pubblico se le nostre considerazioni hanno spesso questo tema, deformazione professionale).
La morale di questa breve storia vorrebbe essere che occorre fare.

Attenzione, non parlare. Fare, lanciarsi, studiare, discutere, pensare.

Ognuno per quello che può, deve contribuire. In questo tempo, in cui ci si definisce innovatori perché si cambiano le lampadine, in cui ci si riunisce in convegni e in consessi nei quali sono più quelli che parlano che quelli che ascoltano, usiamo la nostra compulsione al protagonismo per fare.

Mettiamo a disposizione le nostre famose competenze per altri che magari adesso nemmeno ci sono, che magari non stanno ascoltando.
Arriveranno, capiranno, proseguiranno il nostro ruolo.
Portiamo avanti il diritto di guardare al futuro con occhi pieni della speranza di trovare altri che completeranno il nostro percorso.

Questo significa esercitare il nostro diritto di associazione.
Da qualche anno, ormai, sono in calo gli iscritti a molti tipi di associazioni. È un dato interessante, che i sociologi cercano di interpretare. Potrebbe essere interessante rifletterci.

www.noidispoiler.it

Image credit: https://www.facebook.com/photographizemag/

#TOPICS: ultimi articoli

Giustizia con la “R”

Stefania Amato
Giustizia riparativa perché non persegue una risposta meramente punitiva al reato

Leggi l'articolo

Chi ha paura dell’I.A.

Anna Losurdo
La crescente complessità della vita sociale sembra invece ampliare gli ambiti di operatività degli avvocati

Leggi l'articolo

Flatus vocis

Sergio D’Angelo

Leggi l'articolo

Diritto inviolabile

Maurizia Borea
Il diritto di difesa passa anche attraverso l’informazione

Leggi l'articolo

Parlare? A che pro?

Tania Rizzo e Lucia Randazzo
Una regola aurea: parlare poco, scrivere bene, ragionare sempre

Leggi l'articolo

La nuova retorica

Aldo Luchi
Il fine della persuasione del giudice passa per strade diverse da quelle classiche

Leggi l'articolo

Suicidio annunciato

Antonella Calcaterra
I tempi della giustizia e della sanità non coincidono quasi mai con i bisogni di cura delle persone

Leggi l'articolo

Arringa sapiente

Andrea Casto
L’arringa contiene la seduzione della immediatezza, capace delle più varie sfumature

Leggi l'articolo

Pensieri, parole, opere e omissioni

Michele Passione
Non restare acquiescenti resta la base di tutto

Leggi l'articolo

Archivio Magazine

Indice

Rubriche: ultimi articoli

Magia delle parole della legalità

Pubblicato in |||

Angela Mazzia e Alessandra Tilli
Le parole della legalità brillano nell’incanto della narrazione fiabesca

Vergogna

Pubblicato in |||

Aldo Luchi
La parola che più di ogni altra ha perso la capacità di indicare con precisione cose e idee

Quando una morte fa rumore

Pubblicato in |||

Valeria Tocchio
Occorre una rete formativa e informativa strutturata e coordinata

Percorsi di recupero?

Pubblicato in ||||

Piero Buscicchio
Uno dei punti critici e controversi riguarda l’esistenza di luoghi di cura per l’uomo violento e maltrattante

“Family act”: novità per famiglie e lavoro

Pubblicato in |||

Ida Grimaldi
Gli ambiti di intervento della legge delineano il futuro Welfare per le aziende e per le famiglie

Rinascita

Pubblicato in |||

Tiziana Nuzzo
Il riscatto da un destino che sembrava segnato per sempre

Ignoranze

Pubblicato in |||

Nicky Persico
L’ignoranza è una colpevole forma di ottusità autoindotta

Nuove norme nei procedimenti in materia di diritti delle persone e delle famiglie

Pubblicato in |

Anna Losurdo
L’art. 1 della Legge 26.11.2021 n. 206 contiene disposizioni di diretta applicazione entrate in vigore il 22 giugno 2022

Diritto e magia

Pubblicato in |||

Fabio Cesare
Evitare il rischio di confondere autorevolezza e autorità usando un linguaggio comprensibile

Le parole per dire che è finita

Pubblicato in |||

Giovanna Fava
Viviamo la decisione come un lutto da elaborare senza avere alcuna difesa

Dal sovraindebitamento alla composizione negoziata

Pubblicato in ||

A cura della redazione
L’Associazione Italiana Avvocati e Gestori
della crisi da sovraindebitamento e d’impresa organizza un evento formativo a
ROMA, HOTEL OCCIDENTAL ARAN PARK, 16 e 17 Giugno 2022

La strategia UE sui diritti dei minori

Pubblicato in |

Anna Losurdo
I diritti delle persone di minore età sono diritti umani