Occorre fare

Occorre fare

di Noi di Spoiler think tank di futuristi

Tanto per cominciare, i fratelli Lumiere non hanno inventato il cinema. Nossignore. Allora uno dice, in che senso?
Bisogna capirsi.

I fratelli Lumiere hanno inventato una tecnologia che permetteva di riprodurre immagini. Il cinema, come tutti noi sappiamo, è un’altra cosa.

O meglio, il cinema è in parte una tecnologia, in parte una forma di rappresentazione, in parte un’espressione artistica.
Quindi, ai fratelli Lumière si può dare atto di avere contribuito all’invenzione, ma a loro mancava il contenuto da rappresentare.
Erano scienziati, in fondo, non artisti. Indispensabili pare, ma non sufficienti.

Loro hanno messo lo strumento, ad altri spetta la poesia.

Come in altre invenzioni, anche in questa è affascinante scoprire come le vite di persone tanto diverse, spesso lontane e sconosciute tra loro, si intreccino in modo così profondo. Infatti, senza i fratelli Lumiere – così ingiustamente bistrattati in questo piccolo articolo – Charlie Chaplin e Buster Keaton avrebbero probabilmente fatto altro, così come molti dopo di loro.

Lo stesso accade per lo studio dei futuri (ci perdoni il pubblico se le nostre considerazioni hanno spesso questo tema, deformazione professionale).
La morale di questa breve storia vorrebbe essere che occorre fare.

Attenzione, non parlare. Fare, lanciarsi, studiare, discutere, pensare.

Ognuno per quello che può, deve contribuire. In questo tempo, in cui ci si definisce innovatori perché si cambiano le lampadine, in cui ci si riunisce in convegni e in consessi nei quali sono più quelli che parlano che quelli che ascoltano, usiamo la nostra compulsione al protagonismo per fare.

Mettiamo a disposizione le nostre famose competenze per altri che magari adesso nemmeno ci sono, che magari non stanno ascoltando.
Arriveranno, capiranno, proseguiranno il nostro ruolo.
Portiamo avanti il diritto di guardare al futuro con occhi pieni della speranza di trovare altri che completeranno il nostro percorso.

Questo significa esercitare il nostro diritto di associazione.
Da qualche anno, ormai, sono in calo gli iscritti a molti tipi di associazioni. È un dato interessante, che i sociologi cercano di interpretare. Potrebbe essere interessante rifletterci.

www.noidispoiler.it

Image credit: https://www.facebook.com/photographizemag/

#TOPICS: ultimi articoli

Senza più debiti con dignità

Barbara Balsamo
L’indebitamento eccessivo è diventato un grave fenomeno sociale

Leggi l'articolo

Quel grido che nessuno voleva sentire

Sara Pala
Mi chiedo se non ci sia una forma di tutela maggiore che garantisca ai malati gravi di rimanere nella propria casa

Leggi l'articolo

La direttiva Insolvency in Italia

Luigi Amendola
La cultura dell’allerta è divenuta fondamentale nella governance delle nostre imprese

Leggi l'articolo

Il salto culturale

Carlo Orlando
L’intenzione del legislatore è stata quella di mettere a disposizione delle famiglie e delle imprese in difficoltà nuovi e maggiori strumenti per superare la crisi economico-finanziaria

Leggi l'articolo

Salvare i più sfortunati

Saverio Regano e Angela Gelo
Il costo dell’assistenza al debitore incapiente non può gravare sui professionisti chiamati ad occuparsene

Leggi l'articolo

Merito creditizio: una rivoluzione copernicana

Giuseppe Tufano
Dal merito del debitore si è passati all’assenza di dolo o colpa grave

Leggi l'articolo

La sorte della cessione del “quinto”

Michela Biancalana
Con il DL 176/2020 il legisaltore ha risolto, per il piano del consumatore, la querelle sorta anche in giurisprudenza

Leggi l'articolo

Classi di ferro

Nicola Fabbri
Il debitore è chiamato a compiere scelte strategiche in base alla natura dei crediti e finalizzate alla migliore ristrutturazione del debito

Leggi l'articolo

Il dialogo tra debito e potere

Fabio Cesare
I principi di diritto positivo vanno dunque contestualizzati in modo dinamico alla luce di valori di coesione sociale

Leggi l'articolo

Archivio Magazine

Indice

Rubriche: ultimi articoli

Cambia tutto per gli affidi

Pubblicato in |

Caterina Arcidiacono, Antonella Bozzaotra, Gabriella Ferrari Bravo, Elvira Reale, Ester Ricciardelli

Senza più debiti con dignità

Pubblicato in |||

Barbara Balsamo
L’indebitamento eccessivo è diventato un grave fenomeno sociale

Quel grido che nessuno voleva sentire

Pubblicato in |||

Sara Pala
Mi chiedo se non ci sia una forma di tutela maggiore che garantisca ai malati gravi di rimanere nella propria casa

Il bollino del mediatore famigliare

Pubblicato in |||

Pasqua Lacatena
La legge prevede un sistema di attestazioni e di certificazioni al fine di tutelare i fruitori dei servizi professionali

La direttiva Insolvency in Italia

Pubblicato in |||

Luigi Amendola
La cultura dell’allerta è divenuta fondamentale nella governance delle nostre imprese

Nuove tutele per il diritto all’oblio

Pubblicato in |||

Leonardo Andriulo
Ritornare a ciò che accadeva nel passato, quando i giornali facevano notizia solo un giorno

Il salto culturale

Pubblicato in |||

Carlo Orlando
L’intenzione del legislatore è stata quella di mettere a disposizione delle famiglie e delle imprese in difficoltà nuovi e maggiori strumenti per superare la crisi economico-finanziaria

Salvare i più sfortunati

Pubblicato in |||

Saverio Regano e Angela Gelo
Il costo dell’assistenza al debitore incapiente non può gravare sui professionisti chiamati ad occuparsene

Merito creditizio: una rivoluzione copernicana

Pubblicato in |||

Giuseppe Tufano
Dal merito del debitore si è passati all’assenza di dolo o colpa grave

La sorte della cessione del “quinto”

Pubblicato in |||

Michela Biancalana
Con il DL 176/2020 il legisaltore ha risolto, per il piano del consumatore, la querelle sorta anche in giurisprudenza

Classi di ferro

Pubblicato in |||

Nicola Fabbri
Il debitore è chiamato a compiere scelte strategiche in base alla natura dei crediti e finalizzate alla migliore ristrutturazione del debito

Quale avvocato per la crisi famigliare

Pubblicato in |||

Isabella De Bellis Sciarra
Un approccio che tenga conto solo delle aspettative del cliente rischia di portare a scelte operative controproducenti