social-02

Dipingere la musica, l’arte sinestetica di Leonildo Bocchino

di Enzo Varricchio

 “Un mezzo per influenzare direttamente l’anima. Il colore è il tasto. L’occhio è il martello. L’anima è un pianoforte con molte corde. L’artista è la mano che, toccando questo o quel tasto, fa vibrare l’anima”.
Vasilij Vasil’evič Kandinskij

LEONILDO BOCCHINO ama le sfide, spinge la sua pittura verso territori inesplorati: l’archeologia, nel ciclo dedicato all’antico popolo dei Sanniti, l’eco-antropologia in “Genius loci”, l’opera lirica in quest’ultima produzione di “La Traviata a colori” dedicata al capolavoro verdiano.
Fu Kandinskij il primo a ritrovare l’armoniosa corrispondenza matematica tra le sette note e i sette colori dell’iride, realizzando opere astratte a partire dagli elementi base di linee, punti e forme geometriche.
LEONILDO, grazie al suo talento figurativo, completa l’interazione biunivoca tra le due arti, mettendo definitivamente la musica in pittura e la pittura in musica.
Sinestesia è vedere colori in ogni cosa: nelle lettere, nei numeri, negli odori, e anche nella musica…
LEONILDO appartiene alla genìa di artisti capaci di rifondare un senso, di dimostrare che la pittura non è morta ma più viva e vitale che mai come mezzo per cogliere l’ineffabile, per catturare l’essenza delle cose.
E così, nei quadri che compongono le sestine degli atti, è possibile intendere il flusso dei colori come uno stream of consciousness, un travaglio interiore che avvicina il pittore alla poesia, anch’essa arte numerica e musicale. Seguendo il libretto dell’opera, il suo quid letterario, la fusione sinestetica tra le arti è totale: poesia musicata – musica dipinta.
Che dire di Verdi e dei suoi Violetta, Alfredo, Gastone? Ne escono ammodernati e scenograficamente arricchiti. “La Traviata a colori” di LEONILDO non è una cover della celeberrima verdiana ma, se la fortuna arriderà anche al pittore come arrise al compositore, potrà diventarne un legittimo complemento, una sua iconografia contemporanea.
Or dunque, accendiamo l’apparecchio stereofonico, meglio se in cuffia, rammentiamo il testo del drammatico amore parigino più rappresentato nei teatri del mondo e tuffiamoci nella tempesta sentimentale e cromatica, nel dinamismo futurista dell’ascolto pittorico!

Sfoglia il catalogo della mostra in formato pdf:
https://www.oralegalenews.it/wp-content/uploads/2019/03/catalogo-per-web.pdf

Nota stampa
27 febbraio 2019
Dopo il grande successo presso il Museo Ferroviario Nazionale di Pietrarsa (Napoli), «La Traviata a colori» dell’artista e pittore campano, Leonildo Bocchino, approda presso la prestigiosa sede del Circolo Unione, largo Alberto Sordi n. 7, a Bari, nei giorni 15, 16 e 17 marzo.
Inaugurazione: venerdì 15 marzo ore 19,00.
Il filo conduttore è il melodramma di Giuseppe Verdi, il quale è stato riadattato in una forma d’arte visiva.
Ventiquattro tele (cm 100×100), suddivise in quattro sestine, ripropongono la ripartizione dei tre atti dell’opera (il secondo atto è diviso in due parti).
I dipinti si ispirano tutti a scene precise dell’opera verdiana attraverso l’ideale sinestetico kandiskiano che unisce musica, dramma e pittura.
Leonildo Bocchino regala ciò che il compositore e pianista russo Alexander Scriabin chiamava «armonie dei suoni», «armonie dei colori».
L’Evento a cura di Enzo Varricchio, gode del Patrocinio dell’Assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia, nasce dalla collaborazione tra il Circolo Unione, Scripta Moment-Rivista di Cooltura, Ora Legale e il Centro Studi di Diritto delle Arti, del Turismo e del Paesaggio.

Info: 347.7284172

Archivio

Indice

Eventi: ultimi articoli

La parola è un’opera d’arte

Pubblicato in |

A cura della Redazione
Milano, 29 Novembre 2019

Almamala

Pubblicato in |

A cura della Redazione 
Il giorno 30 ottobre 2019, alle ore 20.30, a Bari, in via Capruzzi 2, in una location non convenzionale si terrà l’evento di lancio di “Almamala”, il nuovo noir di Rocco Lombardi.

Dialoghi in famiglia: il secondo ciclo

Pubblicato in

A cura della Redazione
Prossimo incontro: Giovedì 14 Novembre, alle ore 11.30, nella sala delle adunanze dell’Ordine degli Avvocati di Bari

Alla Salute!

Pubblicato in |

A cura della Redazione
Alla salute! – Il diritto in Piazza – Festival del Diritto Bitonto, 27, 28 e 29 Settembre 2019

La giornata regionale contro le solitudini

Pubblicato in |

A cura della Redazione
Bari, 25 Settembre 2019, ore 11.00
Liceo classico “Quinto Orazio Flacco” di Bari

Manipolazione linguistica tra diritti soggettivi, interessi diffusi, consenso e sovranità popolare

Pubblicato in |

A cura della Redazione
La parola è un’opera pubblica – Manipolazione linguistica tra diritti soggettivi, interessi diffusi, consenso e sovranità popolare – Milano, 19 Settembre 2019

XXXIV CONGRESSO NAZIONALE FORENSE

Pubblicato in

XXXIV CONGRESSO NAZIONALE FORENSE Sessione ulteriore Roma, 5 e 6 Aprile 2019
Il ruolo dell’Avvocato per la democrazia e nella Costituzione

Ciclo di seminari. Dialoghi in famiglia

Pubblicato in

A cura di Roberta Valente
Ciclo di seminari – Biblioteca dell’Ordine degli Avvocati di Bari – dall’11 Aprile 2019

La parola è un’opera pubblica

Pubblicato in

La parola è un’opera pubblica
Manipolazione linguistica tra “convincimento” e persuasione, diritti soggettivi e interessi collettivi

Etica, legalità ed efficienza nella pubblica amministrazione

Pubblicato in

a cura della Redazione
Presentazione il 13 Marzo 2019, ore 11.30 presso l’Aula Magna della Corte d’Appello di Bari

150 anni della Ragioneria dello Stato

Pubblicato in

Foggia, Salone del Tribunale del Palazzo Dogana, 18 Marzo 2019

La parola è un’opera pubblica

Pubblicato in

14 Dicembre 2018 – di Avv. Maurizia Borea, Avv. Antonio Pascucci
“Riconoscere l’attendibilità di una notizia è la prima lezione da imparare”