L-Uomo-delle-Genti-Hora-Prima

L’Uomo delle Genti

A cura della Redazione

L’Uomo delle Genti” è il primo album in studio degli “Hora Prima“, band prog rock fondata nel 2015 dal batterista Francesco Bux e dai chitarristi Domenico De Zio e Gianluca de Bene. Alla band si sono uniti nel tempo il tastierista Roberto Gomes e la bassista Valeria Tritto.

L’album, prodotto e distribuito dall’etichetta discografica Ma.Ra.Cash Records, rappresenta un omaggio al Santo Patrono di Bari nonché un tributo alla Festa patronale del capoluogo pugliese, così come viene vissuta ogni anno da baresi e non.
Pubblicato il 3 luglio 2021 è ora disponibile per l’ascolto sulle maggiori piattaforme streaming e per l’acquisto in formato fisico, online e anche presso lo store Feltrinelli di Bari.
Si tratta di un viaggio musicale, lungo sei tracce, nella tradizione religiosa e culturale nonché nel profondo senso di devozione che unisce tutti i cittadini fedeli al Santo e alla sua Storia.
Per questo lavoro la band si è avvalsa dell’importante contributo del paroliere e attore barese Giovanni Boccuzzi, autore dei testi dei brani.

Il disco si apre con “1087“, un prologo strumentale orchestrale in stile colonna sonora che introduce la tematica del viaggio e dell’avventura dei marinai e apre la strada alla narrazione del secondo brano.

Il folle miraggio“, narra del viaggio dei 62 intrepidi marinai che, ispirati dal desiderio di dare a Bari un santo patrono, hanno spiegato le vele e sono partiti per l’Oriente per trafugare le ossa del Santo.

Le mie figlie” è il racconto di uno dei miracoli più rappresentativi di San Nicola: il prodigio della dote alle tre fanciulle, condannate alla prostituzione per la loro povertà e impossibilità a sposarsi.
L’episodio della canzone, talmente emblematico da venire riportato in tutta l’iconografia del Santo e attraverso la rappresentazione dalle tre palle dorate, è narrato in prima persona dal padre delle tre ragazze.

La quarta traccia, “La locanda nella notte“, racconta dell’incredibile storia, risuonata negli echi della leggenda, che riguarda la resurrezione di tre bambini, uccisi da un oste e serviti come carne proprio a Nicola quando questi cercò ristoro in una locanda.

La nostra festa” è la dedica ai baresi, pellegrini, forestieri e turisti, che puntualmente ogni anno a maggio rendono omaggio, attraverso la loro devozione e gli eventi della festività, a un uomo divenuto santo e simbolo di una città.

Infine, “U Sand Néste“, è un brano in vernacolo barese che, prendendo spunto dalle ballate e canzoni popolari dedicate al Santo, omaggia la veracità barese che contribuisce a dare colore e un’impronta folkloristica alla festa.

Contatti Hora Prima:

Cellulare 320 7952633

Pagina Facebook Hora Prima                   

Canale Youtube Hora Prima

Disco su Spotify                                                

Store Ma.Ra.Cash Records

IBS Feltrinelli Store

Archivio Magazine

Indice

News: ultimi articoli

Cerimonia di intitolazione della via cittadina a Vitantonio De Bellis

Pubblicato in

A cura della Redazione
Venerdì 24 settembre 2021, a Castellana Grotte, si svolgerà la cerimonia di intitolazione della via cittadina a Vitantonio De Bellis

Lettera dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza agli studenti per il ritorno a scuola

Pubblicato in

A cura della Redazione
Lettera dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza agli studenti per il ritorno a scuola

La polvere sotto al tappeto. Il dibattito pubblico sulle droghe tra evidenze scientifiche e ipocrisie

Pubblicato in

Anna Paola Lacatena
con contributi di Filippo Ceccarelli, Francesca Comencini, Giancarlo De Cataldo, Kento, Antonio Nicaso, Nina Zilli
Carocci Editore, Roma, marzo 2021

Minorenni e vaccini: una minoranza senza diritti

Pubblicato in ||||

Alessandra Capuano Branca
La maggiore età ha poco a che fare con le capacità cognitive e molto invece con l’idea di libertà e di democrazia che sta alla base delle Leggi di un Paese

I trasferimenti immobiliari nelle procedure di separazione e divorzio

Pubblicato in ||||

Giovanna Fava
È stata depositata, in data 29 luglio 2021 la sentenza della Cassazione a sezioni unite, n.21761/2021

Sessismo (linguistico e non)

Pubblicato in

A cura della Redazione
Il libro di Stefania Cavagnoli e Francesca Dragotto.
Una riflessione sulla parola sessismo e su molti aspetti ad esso collegati, a partire dal ruolo del linguaggio e della lingua nella rappresentazione cognitiva del mondo

Quale scuola dopo il Covid

Pubblicato in

A cura della Redazione (con la compartecipazione della nostra mediapartner…

I diritti in classe

Pubblicato in

Francesco di Molfetta D’Attolico e tutta la 1^ B del Liceo scientifico “E. Fermi” di Bari
Gli studenti hanno invitato due Avvocati in classe per farsi spiegare come lo Stato Italiano garantisce i diritti delle cittadine e dei cittadini e, in particolare, dei minori con e senza disabilità

Il 30° anniversario della ratifica della Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

Pubblicato in

A cura della Redazione
È una responsabilità che impone a istituzioni, comunità e genitori di assicurare un futuro a bambini e ragazzi attraverso la tutela dei loro diritti: quelli alla salute, al gioco, all’istruzione, alla socialità, alla sicurezza e alla partecipazione nelle scelte che li riguardano

Clausura liberatoria

Pubblicato in

Massimiliano Viola
Il romanzo di Cinzia De Marzo è un atto di resilienza con il quale l’autrice restituisce al lettore la dimensione reale della quotidianità vissuta e trascorsa assieme al figlio

L’amor che move il sole e l’altre stelle

Pubblicato in

Enzo Varricchio Pubblichiamo in esclusiva un’anticipazione della prolusione di Enzo Varricchio alla Lectura Dantis “L’amor che move il sole e l’altre stelle”, in programma a Giovinazzo sabato 26 marzo 2021 in diretta dalle ore 19.00 su Antenna Sud Canale 194 e in streaming sulla pagina Fb di Culturaly.

La Carta dei diritti dei bambini in ospedale

Pubblicato in

A cura della Redazione Un’app per insegnare ai piccoli pazienti la Carta dei diritti dei bambini in ospedale: l’iniziativa lanciata da A.o.p.i. in collaborazione con l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza