Partito il processo tributario telematico

Partito il processo tributario telematico

di Antonio Damascelli (Avvocato in Bari e Presidente di U.N.CA.T.)

Il 1° luglio 2019 è diventato obbligatorio su tutto il territorio nazionale il processo tributario telematico, vale a dire che gli atti ed i provvedimenti del processo tributario devono essere formati come documenti informatici sottoscritti con firma elettronica qualificata o firma digitale.

Per
gli avvocati il decollo del ptt non costituisce una novità assoluta, essendo
già obbligatorio il sistema telematico nel processo civile.

Applicazioni

a) ricorsi notificati a partire dal 1° luglio 2019: per questi ricorsi e relativi allegati il deposito nelle segreterie dovrà avvenire necessariamente in via telematica, attraverso il sistema SIGIT (Sistema informativo della giustizia tributaria), previa abilitazione del singolo utente;

b) per i ricorsi notificati prima del 1° luglio 2019, invece, i depositi potranno essere eseguiti anche con modalità cartacea, a condizione che la notifica del ricorso (o dell’appello) sia avvenuta con la modalità cartacea (notifica con racc. a/r o a mezzo uff. giudiziario oppure mediante deposito all’Agenzia).

c)
questa regola è contenuta nell’art. 16 comma 5 del d.l. 119/2018 conv. dalla
legge n. 136/18.

d) la
modalità telematica, invece, è facoltativa per i soggetti che stanno in
giudizio senza l’assistenza del difensore (controversie di valore non superiore
a tremila euro)

Efficacia delle notifiche

A
differenza del processo civile (prima ancora che la Corte Costituzionale con la
sentenza n. 75/19 dichiarasse l’incostituzionalità dell’art. 17 septies del
d.l. 179/12 nella parte in cui prevedeva che la notifica eseguita con modalità
telematiche, la cui ricevuta di accettazione è generata dopo le ore 21 ed entro
le ore 24, si perfeziona per il notificante alle ore 7 del giorno successivo,
anziché al momento di generazione della predetta ricevuta) le comunicazioni e
le notificazioni dei documenti informatici tramite pec si considerano
effettuate, ai fini della decorrenza dei termini processuali, per i mittente,
al momento dell’invio al proprio gestore attestato dalla relativa ricevuta di
accettazione  e, per il destinatario, al
momento in cui la notificazione o comunicazione dei documenti informatici è
resa disponibile nella casella di posta elettronica certificata (art. 8 D.M. 23
dicembre 2013 n. 163).

Ai sensi
del comma 2 della stessa disposizione normativa, il deposito dei documenti
informatici presso le segreteria della Commissione tributaria si intende
eseguito al momento attestato dalla ricevuta di accettazione rilasciata dal
Sigit.

Le modifiche recate dal d.l. n. 119/18 conv. da L. 247/18

L’art.
16 di questo decreto ha introdotto alcune significative modifiche, oltre quella
segnalata sopra sub d):

a) in caso di pluralità di difensori, la comunicazione si perfeziona con la ricezione avvenuta nei confronti di almeno uno dei difensori della parte;

b) qualora il difensore non indichi la propria pec o non sia reperibile da pubblici elenchi né sia avvenuta la consegna del messaggio pec per cause imputabili al destinatario, le comunicazioni avvengono mediante deposito nella segreteria della Commissione tributaria.

In
queste stesse ipotesi, le notificazioni avvengono ai sensi dell’art. 16 d.lgs.
546/92, cioè secondo le norme di cui all’art. 137 e segg. c.p.c. o a mezzo del
servizio postale con racc. a/r oppure, da parte degli enti impositori o
riscossori, a mezzo dei messi autorizzati.

c) nel compimento delle attestazioni di conformità, il difensore assume la veste di pubblico ufficiale.

Quest’ultima
disposizione è pericolosa perché, a parte ogni altra considerazione che non può
essere svolta in questa sede, secondo la morfologia della norma avrebbe
carattere retroattivo (solo le disposizioni contemplate al comma 1 lett. a) nn.
4 e 5 si applicano ai ricorsi notificati dal 1° luglio 2019), in contrasto col
principio di irretroattività della legge penale (eventuali reati derivanti
dalla veste di pubblico ufficiale, come il falso attestato di conformità).

d) l’ultima novità del decreto è costituita dalla partecipazione delle parti all’udienza pubblica a distanza, mediante collegamento audiovisivo tra l’aula di udienza e il luogo del domicilio indicato dal contribuente. L’applicazione della disposizione è rimessa a futuri provvedimenti direttoriali.

Pic: https://i2.wp.com/www.fisco7.it/wp-content/uploads/processo-tributario-telematico.jpg?fit=1200%2C720&ssl=1

http://www.mef.gov.it/ufficio-stampa/comunicati/2019/documenti/prot._5764-19_Circolare_PTT_4-7-2019.pdf

le line guida nella circolare del MEF:
https://www.oralegalenews.it/wp-content/uploads/2019/07/MEF-linee-guida-PTT-prot._5764-19_Circolare_PTT_4-7-2019-1.pdf

Archivio

Indice

News: ultimi articoli

La parola è un’opera d’arte

Pubblicato in |

A cura della Redazione
Milano, 29 Novembre 2019

Cercasi praticante “nubile”

Pubblicato in

Serenella Molendini (Consigliera Nazionale di Parità supplente)
La nostra società, ancora profondamente maschilista e patriarcale, non si combatte scrivendo che le richieste trovano un fondo di ragionevolezza, ma ricordando che ciò che conta sono le competenze

Una nuova economia umanistica

Pubblicato in

Enzo Varricchio
Inaugurazione dell’anno accademico 2019-20 dell’Università degli Studi di Bari A. Moro

Almamala

Pubblicato in |

A cura della Redazione 
Il giorno 30 ottobre 2019, alle ore 20.30, a Bari, in via Capruzzi 2, in una location non convenzionale si terrà l’evento di lancio di “Almamala”, il nuovo noir di Rocco Lombardi.

Il TAR Lazio e le elezioni del CNF

Pubblicato in

A cura della Redazione
La decisione n. 12176/19 del Tar Lazio sulle elezioni del CNF

Il Tar Lazio e l’albo dei cassazionisti

Pubblicato in

A cura della Redazione 
Le decisioni n. 11477/19 e n. 11487/19 del Tar Lazio sull’albo dei cassazionisti

I mille giorni di AEMILIA

Pubblicato in

A cura della Redazione
I mille giorni di AEMILIA Giovedì 24 ottobre
ore 18:00 – Libreria Coop-Zanichelli
Piazza Galvani, 1H – Bologna

Alla Salute!

Pubblicato in |

A cura della Redazione
Alla salute! – Il diritto in Piazza – Festival del Diritto Bitonto, 27, 28 e 29 Settembre 2019

La giornata regionale contro le solitudini

Pubblicato in |

A cura della Redazione
Bari, 25 Settembre 2019, ore 11.00
Liceo classico “Quinto Orazio Flacco” di Bari

Manipolazione linguistica tra diritti soggettivi, interessi diffusi, consenso e sovranità popolare

Pubblicato in |

A cura della Redazione
La parola è un’opera pubblica – Manipolazione linguistica tra diritti soggettivi, interessi diffusi, consenso e sovranità popolare – Milano, 19 Settembre 2019

Rosa Marina: un giudice e un avvocato fanno vincere l’arte

Pubblicato in |||

A cura della Redazione
Giorgio Pica ed Enzo Varricchio sono entrambi giuristi, l’uno magistrato, l’altro avvocato. Allo stesso tempo sono due artisti, l’uno pittore e fotografo, l’altro scrittore e critico d’arte

E’ nata Libra, moneta social

Pubblicato in ||||

di Giovanni Pansini (Avvocato in Trani)
Se Libra venisse introdotta, potrebbe crearsi, in un battito di ciglia, un grande mercato globale digitale di quasi 2,5 miliardi di persone accomunato da una moneta unica