fractal-1703486

A che servono gli Avvocati?

di Rosanna Mura (Avvocata in Cagliari)

A cosa servono gli Avvocati? Una catena umana intorno ai tribunali per ripartire.

Da marzo i nostri studi sono aperti, considerati importanti e necessari per il lavoro che assicuriamo.
E però il silenzio che ormai contraddistingue i tribunali segnala che qualcosa non va.
Siamo lontani dalle aule, lontano dallo stare insieme che abbiamo sempre conosciuto: Foro nel senso più antico di questo termine.
Il tribunale per i tanti colleghi e colleghe che lo frequentano è luogo di incontro, di scambio di idee, di parola. Restare in aula anche quando il processo che viene trattato non è il tuo permette di imparare, di capire, di discutere.

Il nostro è un lavoro di parola e di pensiero.

Oggi ci sentiamo penso un po’ stanchi di dover guardare dalla finestra, di poter solo discutere tra colleghi di studio, quando ci sono.
In questi giorni mentre vado nel mio studio e percorro la stessa strada di sempre, passo accanto al tribunale e lo guardo con un misto di tristezza e rimpianto.
In quel palazzo ho fatto chilometri a piedi, ho corso da un piano all’altro per inseguire udienze e orari d’ufficio, ho passato ore in consiglio a cercare di fare qualcosa di utile per gli altri colleghi e colleghe, ho visto qualche alba spuntare quando ci sono state le elezioni e i numeri correvano rapidi sui tabelloni delle preferenze a disegnare nuovi scenari.
È stata per oltre vent’anni la mia seconda casa, fatta di visi e voci conosciute, di strade che potevi percorrere dentro per andare da una parte all’altra più rapidamente possibile quasi ad occhi chiusi.

Oggi questo mondo, il mio, è silenziosamente vuoto.

E con quel silenzio si perde una voce importante, la nostra che serve a dare parola a chi non ne ha, a chi spesso nasce dalla parte sbagliata o ci si mette da solo ma è comunque soggetto di diritto.
Mentre camminavo e ho, come sempre, sollevato lo sguardo per rileggere il motto che campeggia sulla parte frontale del palazzo, ho pensato che al di là di tutte le discussioni, le polemiche, le manifestazioni di protesta (giuste peraltro) a me piacerebbe farne una simbolica: una catena umana intorno al tribunale per spiegare a tutti che quel luogo per noi è importante, che lo vorremmo vedere di nuovo popolato dalle nostre voci e dai nostri visi, anche se con una mascherina indosso.

Per chi questo lavoro lo ha scelto, per chi ci si è trovato e se ne è innamorato nel tempo, serve un segnale che dica chiaro e forte che senza di noi, senza la nostra voce, la giustizia non riparte.

Image credit: PIRO4D da Pixabay

Archivio

Indice

News: ultimi articoli

La Giornata Regionale contro le Solitudini 2020

Pubblicato in

A cura della Redazione
Venerdì 16 ottobre alle ore 18,00 presso l’Auditorium del Liceo Salvemini.
Prenotazione obbligatoria allo 080 5741461 o all’indirizzo info@giraffaonlus.it

Sorridi alla salute

Pubblicato in

A cura della Redazione
Giornata Internazionale dell’Igienista dentale 2020 “Sorridi alla Salute”
10 Ottobre 2020

Una statua per San Nicola: nominato il comitato scientifico

Pubblicato in

A cura della Redazione
Si inizia con le valutazioni di impatto ambientale, la valutazione della sostenibilità economica dell’opera e la redazione di un business plan, le questioni merceologiche e in seguito quelle artistiche

GLI ULTIMI GIAPPONESI

Pubblicato in |

Patrizia Tilli (Direttivo ASSOGOT)
Dopo la sentenza UX della Corte di Giustizia, alla magistratura onoraria vanno applicate tutte le tutele riconosciute a lavoratori e lavoratrici e un’adeguata retribuzione

Non c’è più tempo

Pubblicato in |||

Angelo Schillaci
Storie come quella di Caivano ci ricordano che la proposta di legge contro l’omotranslesbofobia non è un capriccio

Junk science

Pubblicato in |||||

Andrea Mazzeo
Il mancato riconoscimento della PAS come malattia è dovuto alla mancanza di studi, clinici, epidemiologici, riconosciuti dalla comunità scientifica

Che cos’è arte oggi

Pubblicato in

Fiorenzo Barzaghi
La banana di Cattelan e i murales di Banksy non hanno nulla a che vedere con i capolavori di Botticelli o Leonardo ma sono le più famose opere d’arte del nostro tempo

Una statua per San Nicola: dalla comunità per la comunità

Pubblicato in

A cura della Readazione
Una statua per San Nicola: dalla comunità per la comunità.
Domani presso la sede dell’Autorità portuale le associazioni e i cittadini incontreranno le Autorità per iniziare la discussione sul dove e come costruire il monumento

Rischio calcolato

Pubblicato in

Rischio Calcolato. Diretto, montato e suonato da Marco Pezzella. 5 minuti a settimana in cui si racconta la ripresa della socialità.

Sesso, genere e identità di genere

Pubblicato in |||

Stefano Chinotti
Vertendosi in materia di diritto, sarebbe auspicabile che dall’antropologia e dalla sociologia il piano di discussione fosse traslato su quello delle scienze giuridiche

Contromo-transfobia

Pubblicato in |||

Angelo Schillaci
Una legge che non parla solo di repressione, ma anche di promozione della cittadinanza; una legge non contro qualcuno o qualcosa, ma una legge per la (pari) dignità delle persone

Diritto alla parità di retribuzione: Il Comitato europeo dei diritti sociali riscontra violazioni in 14 paesi

Pubblicato in

A cura della Redazione
Il comunicato stampa del Comitato europeo dei diritti sociali