Ditegli di sì. Sempre.

Ditegli di sì. Sempre

Ve lo ricordate Michele? Quello appena uscito dal manicomio nella ben nota commedia di Eduardo De Filippo? Ma dai, quello che crede a tutto ciò che gli viene raccontato o semplicemente detto. Beh, siamo più o meno arrivati a questo. Alzi la mano chi non ha mai conosciuto un Michele. Il vero guaio è che quel Michele, nella sua folle frenesia, giunge al culmine del suo personalissimo vissuto quando decide di tagliare la testa ad altro personaggio per guarirlo (a suo modo) dalla pazzia. Patologia, ovviamente, del tutto inventata dal protagonista della commedia. “…la vostra malattia va ricercata nell’ostinata posizione che prende l’umanità che è quella di volere ragionare a qualunque costo…” .
Di “Michele” in giro ve ne sono a migliaia. A partire da coloro i quali credono di essere diventati saggi sol perché una barba canuta ha ricoperto il loro volto (o, per lo meno, una parte di esso). Nessuno dirà loro che di canuto vi è soltanto l’età. Nessuno glielo dirà. Almeno fino a quando conserveranno marginali posizioni di teatrale supremazia. V’è pure chi, pur non avendo barbe bianche da esibire, necessita di servi sciocchi per esercitarsi nell’arte profetica del non dir nulla pur consumando eserciti di frasi e parole addirittura per esprimere laconici apprezzamenti sulle ricorrenze stagionali. Oggi, ad esempio, sarebbe magnifico leggere qualcosa da qualche solone in giro per il mondo a proposito del fatto che le nuvole sono solo passeggere o che il cielo è sempre più blu o che non esistono più le mezze stagioni. Diciamo loro sempre di sì. Luoghi comuni del pianeta unitevi. Io che posso mai dire? Vediamo…ah, sì. “…Ferragosto, moglie mia non ti conosco!..” Ditemi sempre di sì che poi, alla fine, non voglio più sentire, né vedere, né mai più parlare. Ditemelo e basta. Anzi, EBBASTA.
la causa di tutti i mali, dov’è? Nella testa!

#TOPICS: ultimi articoli

Vicini e lontani

Anna Losurdo
È indiscutibile che millenni di civiltà abbiano inciso in maniera profonda sul DNA umano

Leggi l'articolo

Desideri ingannevoli

Aldo Luchi (Avvocato in Cagliari)
Niente è più facile che ingannare se stessi; l’uomo crede vero tutto ciò che desidera

Leggi l'articolo

Uomini, mezzi uomini e ominicchi

Antonio Longo (Avvocato in Bari)
Tornerà presto -speriamo- il tempo degli abbracci, dei baci, degli incontri e delle riunioni nei nostri studi

Leggi l'articolo

Dallo Statuto dei lavoratori allo Statuto dei lavori

Vito Vannucci (Avvocato in Livorno)
Una vera e propria svolta culturale nell’approccio del legislatore ai temi del trattamento giuridico delle attività di lavoro autonomo e delle attività professionali

Leggi l'articolo

Audizione dell’Istat

Linda Laura Sabbadini (Direttrice della Direzione centrale per gli studi e la valorizzazione tematica nell’area delle statistiche sociali e demografiche)
L’audizione dell’Istat in Commissione Lavoro alla Camera dei deputati

Leggi l'articolo

Ecce homo

Enzo Varricchio
Forse non saremo i più adeguati secondo la storia della nostra specie, ma potremmo diventare i primi a tornare ad esserlo

Leggi l'articolo

La famiglia umana

Ileana Alesso (Avvocata in Milano)
Non c’è oggi il potere calmante dell’abbraccio, del gesto collettivo affettivo inferiore al metro

Leggi l'articolo

Clienti di genere

Giovanna Fava (Avvocata in Reggio Emilia)
Per l’avvocata/o non sarebbe male se gli uomini parlassero un po’ di più e le donne fossero più concise

Leggi l'articolo

La prima volta

Nicky Persico (Avvocato in Bari e scrittore)
Ho sempre ammirato le persone che praticano il rispetto: anche e soprattutto quando non ne sono costrette

Leggi l'articolo

Archivio

Indice

Rubriche: ultimi articoli

Il ratto di Europa

Pubblicato in

news dai temi leggendari Vediamo se si riesce a trarre…

IL TOTALMENTE ALTRO

Pubblicato in

(il Diritto al rovescio) Qui si parla della negazione di…

Antropomorfizzazione

Pubblicato in

(narrazione improbabile da un punto di vista impossibile) Mi scopro…

Cinema e processo politico

Pubblicato in |||

Roberto Oliveri del Castillo (Consigliere della Corte d’Appello di Bari)
Anche nelle nostre rassicuranti società occidentali il pericolo del pregiudizio politico è sempre in agguato

Baciami, anzi no. Non più.

Pubblicato in

È ben noto che si finisce col ritenere corrette le…

Vicini e lontani

Pubblicato in |||

Anna Losurdo
È indiscutibile che millenni di civiltà abbiano inciso in maniera profonda sul DNA umano

Per restare a casa occorre lavorare

Pubblicato in

Ciò che molto modestamente io sto imparando da questo attacco…

Generazione hikikomori

Pubblicato in |||

Rosanna Maria Della Corte (Psicologa e psicoterapeuta in Milano)
Oggi l’adolescente, non trovando più di fronte l’adulto come colui che regge la sua opposizione, si volge ai pari

MARTORE A CONFRONTO

Pubblicato in

I simpatici animaletti si preparano alla stagione primaverile. Gli accoppiamenti…

2020 l’anno del contagio

Pubblicato in

Sir Arthur Charles Clarke scrisse “2001: A Space Odyssey” nel…

Audizione dell’Istat

Pubblicato in |||

Linda Laura Sabbadini (Direttrice della Direzione centrale per gli studi e la valorizzazione tematica nell’area delle statistiche sociali e demografiche)
L’audizione dell’Istat in Commissione Lavoro alla Camera dei deputati

La giudice

Pubblicato in |||

Paola di Nicola (Tribunale di Roma)
Essere riconosciuta dal proprio interlocutore, chiunque esso sia, come magistrato e non come l’altra metà del cielo che, per millenni, è stata estromessa