etica pubblica e avvocatura

Etica pubblica e Avvocatura

di Anna Losurdo

“Un tempo, il ruolo degli avvocati era limitato alla tutela dell’interesse individuale: nella professione forense si vedeva esclusivamente il rapporto di natura privata tra il cliente e il difensore.
Funzione, senza dubbio, grave e sacra, ma oggi c’è qualcosa che va aldilà.
In tutti i paesi, il ruolo degli avvocati va sempre più assumendo un contenuto di natura sociale: il difensore, pur conservando un’inviolabile prerogativa di indipendenza, acquista sempre più nella Società una posizione che non è soltanto di natura privata, ma anche di diritto pubblico, e altresì, io sostengo, una posizione di rango costituzionale.”

(Piero Calamandrei, discorso pronunciato alla seduta plenaria del XVI Congresso della Union internationale des Avocats, Parigi, luglio 1956)

Gli avvocati svolgono un importante ruolo sociale

La funzione della difesa non attiene al mero ambito professionale ma si eleva al superiore piano delle garanzie costituzionali.
Il diritto di difesa garantito dall’art. 24 Cost. è un fondamentale diritto civile e appartiene al Titolo I della Costituzione denominato “Rapporti civili”, di natura sociale e per l’appunto, costituzionale.

La previsione costituzionale del diritto di difesa dei diritti di tutti riverbera inevitabilmente sulla funzione giurisdizionale e sulla esigenza di assicurare in maniera effettiva dignità, decoro e libertà all’avvocato.

Il diritto di difesa viene riconosciuto e assicurato ad ogni cittadino e viene esercitato attraverso un avvocato libero, autonomo e indipendente; un avvocato deontologicamente forte in grado di assicurare, nell’esercizio di quel diritto di difesa, garanzie di professionalità e di serietà, di indipendenza e di assenza di conflitti di interesse.

La Costituzione, nel prevedere il patrocinio legale per i non abbienti (Art. 24, terzo comma) individua nel patrocinio a spese dello stato e nella difesa d’ufficio gli istituti necessari a tutelare i non abbienti: con ciò ribadendo la necessità della difesa tecnica.
La previsione del patrocinio a spese dello stato, peraltro, testimonia la necessità del patrocinio e implica la retribuzione del patrocinio, che, in virtù della previsione costituzionale è posta a carico dello Stato.
La necessità della difesa tecnica e dell’Avvocato nel processo si evince anche dall’art. 111 Cost., riguardante il giusto processo, ove sono previsti i requisiti perché il processo possa considerarsi giusto.

Un ulteriore indizio del ruolo costituzionale attribuito agli avvocati risiede nella previsione, nella Costituzione, di attingere da tale categoria le persone che devono occupare organi costituzionali o di rilievo costituzionale (Consiglio Superiore della Magistratura, Consiglieri di Cassazione, giudici costituzionali) proprio in virtù delle caratteristiche, da sempre attribuite agli Avvocati, di libertà, autonomia ed indipendenza.

L’Avvocatura non è solo una categoria professionale

Era il 1956 quando Piero Calamandrei pronunciava il suo discorso citato in apertura.
È corretto affermare, quindi, che è con la Costituzione repubblicana che il ruolo degli Avvocati passa dall’essere rapporto di natura privatistica con il cliente all’avere connotazione di natura sociale o meglio ancora, e per l’appunto, costituzionale.
In questo senso gli Avvocati sono protagonisti dell’etica pubblica.

L’Avvocatura è anche interlocutore dialettico tra parti istituzionali per evitare che la conflittualità nel dibattito pubblico e il condizionamento della giurisdizione portino nella direzione pericolosa del conflitto sociale: dove c’è avvocatura libera c’è democrazia.

La tutela dei diritti è l’unica ideologia che accomuna tutti gli avvocati e va oltre la competenza tecnica praticata dentro e fuori il processo.
Gli Avvocati devono garantire che l’accertamento della verità avvenga nel rispetto delle regole del processo, che sono le regole dello stato di diritto, e che non si tramuti nella ricerca di una verità istintiva che sedi le ansie della collettività.

Gli Avvocati difensori della cultura della giurisdizione

Il pervasivo bisogno popolare di giustizia sommaria è alimentato dal linguaggio dell’odio adoperato in maniera irresponsabile dai media: la giusta riprovazione per i comportamenti negativi viene così caricata di un surplus di risentimento e di vendetta.
Tutto questo deve essere contrastato in ogni modo da ciascuno di noi Avvocati, che non possiamo accettare nè condividere la caduta di ogni forma di rispetto reciproco.

Perchè se è vero che attraverso l’esercizio della giurisdizione si declina lo stato di diritto, ogni attacco nei confronti di un difensore per la natura del reato commesso dall’indagato, ogni manifestazione del pensiero che limiti l’accesso al giudice, ogni restrizione del diritto di difesa per i più deboli o per gli autori di alcuni reati, costituiscono attacchi alla giurisdizione.

L’Avvocatura è chiamata a difendere l’idea di giurisdizione da qualsiasi forma di pressione e di condizionamento esterno, forme di condizionamento mediatico che mettono a rischio tutti i sistemi giurisdizionali, soprattutto quando il rapporto tra potere e opinione pubblica è complicato, come in questo tempo.

Avvocatura libera e indipendente nella società democratica

L’Avvocatura ha un ruolo fondamentale e imprescindibile per la realizzazione della tutela dei diritti dei cittadini, per realizzare in concreto lo stato di diritto e la democrazia: la professione di avvocato porta benefici alla società e affidamento ai cittadini, difendendo i valori della giustizia e della legalità, prevenendo i conflitti, tutelando la giurisdizione da ogni forma di condizionamento.

Essa è chiamata a dire la verità, quale sentinella libera e indipendente, capace di affermare le virtù e di denunciare chiaramente i difetti, i vizi e i problemi della società, di rompere i silenzi degli individui e della società civile creando convinto consenso intorno ai valori di rigore morale e di onestà, di convenienza per la intera società dell’essere onesti, della opportunità del combattere la corruzione e soprattutto quando vengono messi a rischio i principi dello stato di diritto.

L’Avvocatura afferma il suo ruolo sociale attraverso gli Avvocati interpreti culturali di una idea di democrazia solidale, per una società che non lascia indietro nessuno, una società fondata sul diritto e sui diritti prima che sulla dittatura del mercato e della economia, sui valori di umanità e solidarietà.

L’Avvocatura ha un ruolo attivo nella trasformazione della società e gli avvocati sono protagonisti sia come singoli sia come corpus sociale alla costruzione dell’etica pubblica.

Lo Stato non crea diritto, lo Stato crea leggi, e lo Stato e le leggi stanno sotto il diritto” (Erich Kaufmann)

Pic: Anna Losurdo, Roma, 2018: istallazione di Luminita Taranu per la mostra “Traiano. Costruire l’impero, creare l’Europa“: rappresenta la Columna mutatio, ovvero la mutazione che la colonna traiana ha avuto nell’arco dei secoli trascorsi.

https://www.oralegalenews.it/eventi/etica-legalita-ed-efficienza-nella-pubblica-amministrazione/3992/2019/

#TOPICS: ultimi articoli

I giovani adulti e la Suprema Corte

di Paola Furini (Avvocata in Milano)
Non è corretto applicare a un giovane adulto, solo perché maggiorenne, la stessa pena di un adulto

Leggi l'articolo

L’affido: il minore e gli altri

di Giovanna Fava (Avvocata in Reggio Emilia)
In misura inversamente proporzionale alle nascite, aumentano le “attenzioni” e le “regole” che riguardano i bambini

Leggi l'articolo

I migranti minori non accompagnati

di Tommaso Tota (Neuropsichiatra Infantile)
Il diritto di asilo è tra i diritti fondamentali dell’uomo e viene riconosciuto e sancito dall’articolo 10, terzo comma, della Costituzione

Leggi l'articolo

Youth

di Umberto Pantanella (Avvocato in Bari)
La giovinezza è felice, perché ha la capacità di vedere la bellezza. Chiunque conservi la capacità di cogliere la bellezza non diventerà mai vecchio (Franz Kafka)

Leggi l'articolo

Non siamo un paese per giovani

di Anna Losurdo
I nostri giovani, da sempre, sono una categoria da indagini conoscitive per programmare politiche e interventi, piuttosto che coloro sui quali costruire il nostro futuro

Leggi l'articolo

Anche il tempo muore di Alzheimer

di Massimo Corrado Di Florio
Il tempo che passa non è come uno spettatore che va accontentato per forza. Siamo tutti nel medesimo narrato reale

Leggi l'articolo

Facciamoci del mare

di Nicky Persico (Avvocato in Bari e poeta)
Ebbene sì.
Il conto è arrivato, infine.
Come siamo sciocchi, noi esseri umani, quando crediamo di essere furbi

Leggi l'articolo

La marea bianca è nostra madre

di Enzo Varricchio
Tutto ciò che noi siamo qui, a sud dell’Europa e a nord dell’Africa, è umido del nostro mare, lui è la nostra madre

Leggi l'articolo

Conosci te stesso

di Ileana Alesso (Avvocata in Milano)
Quante volte ci siamo chiesti come si potesse fare a meno di vedere tutti quei treni che finivano ad Auschwitz

Leggi l'articolo

Archivio

Indice

Rubriche: ultimi articoli

Sperimentiamo il Poliamore. Dal networking al netloving il passo potrebbe essere breve.

Pubblicato in

Il tempo dell’outing è arrivato? Mah, chissà. Di certo i…

Ditegli di sì. Sempre.

Pubblicato in

Ve lo ricordate Michele? Quello appena uscito dal manicomio nella…

Facce di C.

Pubblicato in |

“Né più mai toccherò le sacre sponde….a noi prescrisse il…

Non ci resta che il meteo

Pubblicato in

Qui fa un caldo insopportabile. Dice qualcuno. Qui no, tutto…

mi ami? ma quanto mi ami?

Pubblicato in

Due domande secche che non contemplano un tempo di reazione…

Proni alla meta (?)

Pubblicato in

Se solo la conoscessimo. La meta finale, dico. Siamo proprio…

Zingara, prendi questa mano!

Pubblicato in

No, tranquilla, mica te la taglio. Non mi chiamo Matteo.…

Esiste l’amore? No. Ma tu e io, sì.

Pubblicato in

Luigi e Matteo. Matteo e Luigi. Innamorati per sempre. Un…

Le parole giuste

Pubblicato in ||||

di Paola Di Nicola (Giudice del Tribunale di Roma)
Esistono e resistono nell’ambito istituzionale, a partire da quello giudiziario, radicati stereotipi contro le donne

OCCHIO NON VEDE CUORE NON DUOLE? MOSCA CIECA DI STATO

Pubblicato in |

Manette, catene, ferri ai polsi. Va bene, tutto ci sta.…

REPLICANTI. MEGLIO EVITARLI

Pubblicato in |

Tutti, chi più chi meno, ci siamo affezionati al personaggio…

LA BULIMIA, LA “PRESENTIFICAZIONE” DEL FUTURO E LA “NIENTIFICAZIONE” DEL TUTTO

Pubblicato in |

Occorrerebbe muoversi con pazienza e senza quella antipatica fretta del…