Giorgio Pica - Garantismo penale e Società globale

Garantismo penale e Società globale

di Giorgio Pica (Presidente del Tribunale di Matera)

Sommario
1. Principi illuministici e diritto positivo.
2. L’universalismo del garantismo penale e i limiti della concezione illuministica.
3. Il mito del giudice bouche de la loi.
4. Il problema attuale della certezza del diritto.
5. I mutamenti della società e l’offuscamento dei principi illuministici.


1. Principi illuministici e diritto positivo.
Il pamphlet, nel quale Beccaria ha dato forma alle riflessioni dei Verri e dell’Accademia dei Pugni, (oggetto anche di articoli sul periodico Il Caffè – [2] ), può dirsi che rappresenta il Manifesto dell’Illuminismo giuridico penale europeo. L’opera è emersa nella letteratura giuridica del ‘700, per la sua quasi banale semplicità, poiché in un testo accessibile a tutti, misto di disarmante ingenuità ma anche di lucida profondità, e di notevoli intuizioni, ha sinteticamente evidenziato i tre obbiettivi fondamentali dell’Illuminismo giuridico: eliminare l’arbitrio del Potere, superare l’incertezza del Diritto; e assicurare l’umanità del trattamento dei detenuti, prima e dopo l’inflizione della pena.

Si tratta di tre obbiettivi che hanno come fine comune la salvaguardia della dignità dell’individuo: fine su cui convergono tutti i sistemi etici più evoluti, religiosi e laici, e che per i cittadini del mondo occidentale appare quasi lapalissiano nella sua affermazione, dal momento che i principi di garanzia invocati nell’opera di Beccaria appaiono recepiti oggi in quasi tutti gli ordinamenti del mondo occidentale oltreché nelle fonti normative dell’Unione europea, nelle Convenzioni internazionali, e nella Costituzione italiana [3]

Il principio di legalità e di riserva di legge in materia penale (Dei Delitti e delle pene, cap. 3:«le sole leggi possono decretar le pene su i delitti, e quest’autorità non può risedere che presso il legislatore»), è sancito dall’art. 25, secondo comma, Cost. e prima di esso dagli articoli 1 e 199 del codice penale. E’ affermato anche nell’art. 7 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali (adottata a Roma il 4-11-1950 e ratificata dall’Italia con L. 4-8-1955 n. 848); nell’articolo 11 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, adottata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 Dicembre 1948; ed in forma più completa nell’art. 109 della L. 7-4-2005  n. 57 (Ratifica ed esecuzione del Trattato che adotta una Costituzione per l’Europa, fatto a Roma il 29 ottobre 2004).
(…continua)

L’articolo completo in formato PDF


Relazione al Convegno “Dei delitti e delle pene” a 250 anni dalla pubblicazione, dell’11-12 dicembre 2014, a cura della facoltà di Scienze politiche dell’Università di Napoli, edito in AA.VV., I diritti dell’uomo, Giappichelli, Torino, 2016.
[2] Cui parteciparono Pietro e Alessandro Verri, Cesare Beccaria, Carlo Sebastiano Franci, Paolo Frisi, Pietro F. Secchi Comneno, ed altri.
[3] Sul recepimento nella Costituzione italiana, si veda amplius la relazione svolta nel presente Convegno del pres. A. Quaranta, Dei delitti e delle pene nella Costituzione italiana.

Ph: fonte – www.almalaurea.it

#TOPICS: ultimi articoli

Il valore prezioso della differenza

di Maria Masi (Avvocata in Nola e componente del CNF)
Nessuno può immaginare
quel che dico quando me ne sto in silenzio – Chi vedo quando chiudo gli occhi – Come vengo sospinta quando vengo sospinta – Cosa cerco quando lascio libere le mani
Nessuno sa…

Leggi l'articolo

Un futuro senza quote

di Cinzia Gaeta (General counsel Sud Europa Procter & Gamble)
Le quote non servono a facilitare la carriera delle donne ma ad imporre alle aziende di guardare all’universo femminile come ad una risorsa, ad aiutare a rompere schemi e stereotipi.

Leggi l'articolo

L’oltre dell’altro

di Massimo Corrado Di Florio
“Io potrei magari fabbricare figure che abbiano cuore, coscienza, passioni, sentimenti, moralità. Ma nessuno al mondo ne vuol sapere. Quello che vogliono a questo mondo sono soltanto le curiosità, i mostri. Ecco quello che vogliono, i mostri”

Leggi l'articolo

Cariche elettive e parità di genere in Costituzione

di Michele Belletti (Professore Ordinario di Istituzioni di Diritto Pubblico – Uni Bologna)
La forma della proclamazione del principio diviene sempre più sostanza dell’effettività della parità di genere.

Leggi l'articolo

Dress for success

di Carla Broccardo (Avvocata in Bolzano)
Tecniche di empowerment per migliorare le performance favorendo l’inserimento delle donne nel mondo del lavoro.

Leggi l'articolo

Né puttane né madonne

di Giovanna Fava (Avvocata in Reggio Emilia)
Il primo, apparentemente semplice passo per combattere la violenza contro le donne è accettare il fatto che esiste e accettare di posarvi sopra il nostro sguardo.

Leggi l'articolo

Il Ddl Pillon dà i numeri

di Linda Laura Sabbadini (Statistica sociale)
Pubblichiamo il testo integrale delle osservazioni al DdL Pillon in occasione della audizione alla Commisione Giustizia del Senato della Repubblica del 14 febbraio 2019.

Leggi l'articolo

Coltivare parole

Stefania Cavagnoli (Docente di linguistica applicata, Università di Roma Tor Vergata)
L’uso di una lingua adeguata al genere contribuisce a costruire una cultura che tenga conto delle differenze, e che allo stesso tempo rappresenti tutti/e coloro che partecipano alla vita sociale, economica e politica.

Leggi l'articolo

Siamo tutti femministi

di Enzo Varricchio
Dietro l’apparentemente spessa coltre di egalitarismo che impregna la nostra società ipocrita, si annida il virus micidiale del pregiudizio, del discrimine sessista, duro a morire perché ben nascosto nella pancia della gente.

Leggi l'articolo

Archivio

Indice

Rubriche: ultimi articoli

C – CAPO CUOCO

Pubblicato in

di Flaviano Ragnini (Avvocato in Bari) Ormai in moltissime emittenti…

S – Scandalo

Pubblicato in

di Flaviano Ragnini (Avvocato in Bari) Questa parola ha origine…

S – Scrupolo

Pubblicato in

di Flaviano Ragnini (Avvocato in Bari) La parola, come nella…

V – Vanvera

Pubblicato in

di Flaviano ragnini (Avvocato in Bari) L’etimologia della parola vanvera…

R – Rimanere al verde

Pubblicato in

di Flaviano Ragnini (Avvocato in Bari) Tale locuzione, riferita a…

A – Azz

Pubblicato in

di Flaviano Ragnini (Avvocato in Bari) La maggior parte di…

Fine vita tra etica e diritto

Pubblicato in ||

di Isabella de Bellis Sciarra (Avvocata in Perugia)
Rispetto e attenzione declinano il concetto di dignità, come valore intrinseco e inestimabile di ogni essere umano…

Ddl Pillon contro codice rosso

Pubblicato in ||

di Krizia Colaianni (Avvocata in Bari)
Le quattro novità principali del disegno di legge “Pillon”.

(IN)COMPRENSIONI

Pubblicato in |

di Massimo Corrado Di Florio
Comprendo le tue ragioni, le ho talmente fatte mie che sono convinto che hai davvero ragione. Tuttavia, proprio adesso che le ho così ben comprese, ti dico che hai torto.

Molestie sul lavoro. Risarcimento danni record

Pubblicato in ||

Antonio Pascucci e Sabrina Pisani (Avvocati in Milano)
Il Tribunale di Como ha affermato il principio della tolleranza zero verso le molestie verbali.

Una storia blu

Pubblicato in ||

di Pietro Buscicchio (Psicologo e psicoterapeuta)
Il cane della prepotenza, vessazione, bullismo e cyberbullismo; il cane della violenza…

Dichiarazione universale diritti: le parole giuste

Pubblicato in ||

di Ileana Alesso e Maurizia Borea (Avvocate in Milano)
La Dichiarazione universale dei diritti umani si fa leggere con speditezza, linearità e piacere.
È un’amica ritrovata, che è sempre bello rivedere, tra le fotografie del 1948, insieme alla Costituzione italiana.