Al servizio dei giovani artisti di talento

Al servizio dei giovani artisti di talento

di Nicola Cea (Ingegnere – Presidente Fondazione Michele Cea)

La Fondazione Michele Cea nasce come “progetto di vita” ed è strano come un progetto di vita possa nascere dalla morte… Una parola che fa paura, che tutti allontanano, ma che ha originato un nuovo modo di vedere, di progettare, di vivere appunto.

Il 22 luglio 2015 il cuore di Michele smette di battere a soli 27 anni.
Noi precipitiamo nel baratro della disperazione di aver perso l’unico figlio, il bene più prezioso.
Riviviamo come in un flashback la vita di nostro figlio, l’amore per il calcio e per il mare della nostra Puglia, la passione per il disegno e la pittura, coltivati sin da bambino e il suo spendersi per aiutare le persone meno fortunate col volontariato.
E poi la laurea in sociologia, le sue lotte contro gli sprechi e le ingiustizie, gli studi di filosofia e psicologia che lo porteranno a sviluppare una propria ricerca artistica approfondendo una sua originalissima espressione pittorica, plastica e concettuale che riflette la condizione dell’individuo e che lo spinge sempre più verso un concettualismo che ha come fonte d’ispirazione la complessità della condizione umana nell’attuale società.

Sempre col suo sorriso inciso nel cuore, nasce per noi quel progetto di vita che ci aiuta ad andare avanti giorno per giorno senza di lui: continuare il cammino che Michele ha intrapreso nell’arte attraverso la divulgazione e la diffusione della sua particolare ricerca stilistica, concettuale e sociale.

L’idea della Fondazione si concretizza nell’agosto 2017.

Seguendo lo spirito di Michele di portare aiuto fattivo a chi ha bisogno, la Fondazione Michele Cea, promuove, senza fini di lucro, l’arte a 360 gradi, con una serie di attività in cui vuole mettersi completamente in gioco lasciando poi agli artisti il ruolo di protagonisti principali.
Grazie alla collaborazione del Prof. Massimiliano Porro, critico e docente di storia dell’arte All’Accademia di Belle Arti di Como “Aldo Galli”, a gennaio 2017 nasce la pagina Facebook “Gli Amici di MicheleCea” che dà la possibilità agli artisti che inviano alla pagina l’immagine di una loro opera, di avere pubblicata una recensione completamente gratuita di questa.
Gli artisti che ricevono la recensione sulla pagina Facebook vengono poi invitati a partecipare gratuitamente agli eventi che la Fondazione programma nel corso dell’anno.

Tante sono le tante iniziative svolte dal 2017, tra queste, nel 2019 , abbiamo anche stampato e pubblicato con l’Editoriale Giorgio Mondadori – Gruppo Cairo Editore – la tesi di Salvatore Morgante su Michele che con Carlo Motta – Responsabile Libri Illustrati Cairo Publishing – abbiamo presentato a Milano nel corso della Quarta Edizione del premio Michele Cea 2019 a settembre, all’Ex Fornace Gola in Via Alzaia Naviglio Pavese 16, e a dicembre presso la Casa Alda Merini in Via Magolfa 32. Dal 2020, la situazione sanitaria del COVID 19, ha bloccato tutti i programmi previsti, tra cui anche quelli di presentazione del libro all’Accademia di Agrigento ed in altre sedi istituzionali in giro per l’Italia.
Tutto ciò sempre con lo scopo di dare visibilità ed aiuto agli artisti, giovani e non, che credono nel progetto di vita che la nostra Fondazione persegue con serietà, onestà, correttezza, professionalità ed unione d’intenti.

Nel 2020, abbiamo stampato e pubblicato con l’Editoriale Giorgio Mondadori – Gruppo Cairo Editore – il libro intitolato “Che cos’è arte oggi” del noto critico d’arte e giurista Enzo Varricchio, in collaborazione con altri autori della Fondazione.
Importanti sono i patrocini: quello del Comune di Milano, della Regione Lombardia, della Città Metropolitana di Bari, del Liceo Artistico di Brera, del GAL Nuovo Fior D’Olivi a cui si è aggiunto anche quello dell’Associazione Regionale Pugliesi, dell’Accademia “Michelangelo” di Agrigento, della Fondazione Cariplo nonché una fattiva collaborazione della Fondazione Exodus e dell’Associazione delle Artiste di Casa Alda Merini.

Gli scopi della Fondazione Michele Cea

Seguendo lo spirito di Michele di portare aiuto fattivo a chi ha bisogno, la Fondazione Michele Cea persegue come scopo principale il sostegno ad artisti, giovani e non, in condizioni economiche disagiate, fornendo loro la possibilità di avere a disposizione luoghi dove immergersi, creare e, soprattutto, esporre le proprie opere promuovendo, senza fini di lucro ogni forma di arte tramite l’organizzazione di mostre personali e collettive in tutt’Italia ed all’estero.
Fanno inoltre parte del progetto della Fondazione l’organizzazione di tavole rotonde, sportelli di supporto e di ascolto psicologico e formativo ed anche aste per dar loro la possibilità di essere quotati nel mercato dell’arte.

La Fondazione Michele Cea ha come scopo anche quello di organizzare, ogni anno, il “Premio Michele Cea” per i giovani artisti fino ai 40 anni, divulgando e diffondendo la produzione artistica di Michele Cea e di tutti coloro che, attraverso le loro discipline di espressione, seguono e seguiranno gli eventi organizzati e promossi dalla suddetta Fondazione.
Il tutto sempre senza scopi di lucro e veicolato dalla pagina Facebook “Gli Amici di MicheleCea” e dal sito web.

Nel breve cammino della Fondazione abbiamo incontrato tanti artisti, e non solo, che si sono stretti a noi e ci accompagnano. Nei loro occhi abbiamo trovato gli occhi di Michele, pieni di speranza. Speranza di poter urlare al mondo, attraverso l’arte, i propri sogni e avere la possibilità di poterlo fare liberamente, senza compromessi di sorta.

Tutto ciò è realizzato grazie a donazioni di privati, Enti e al 5X1000.

Quest’ultimo è un piccolo aiuto che diventa grande, come lo è il nostro ringraziamento nei confronti di tutti quelli che dimostrano la loro fattiva disponibilità ad aiutare la nostra Fondazione nel continuare a sostenere i giovani artisti e non. Nella foto è riportato il C.F. e la casella dove apporre la vostra firma per aiutarci tramite la donazione del 5×1000.

Sito web: http://michelecea.com
Pagina Facebook: Gli Amici di MicheleCea
Instagram: fondazionemichelecea

#TOPICS: ultimi articoli

Giustizia con la “R”

Stefania Amato
Giustizia riparativa perché non persegue una risposta meramente punitiva al reato

Leggi l'articolo

Chi ha paura dell’I.A.

Anna Losurdo
La crescente complessità della vita sociale sembra invece ampliare gli ambiti di operatività degli avvocati

Leggi l'articolo

Flatus vocis

Sergio D’Angelo

Leggi l'articolo

Diritto inviolabile

Maurizia Borea
Il diritto di difesa passa anche attraverso l’informazione

Leggi l'articolo

Parlare? A che pro?

Tania Rizzo e Lucia Randazzo
Una regola aurea: parlare poco, scrivere bene, ragionare sempre

Leggi l'articolo

La nuova retorica

Aldo Luchi
Il fine della persuasione del giudice passa per strade diverse da quelle classiche

Leggi l'articolo

Suicidio annunciato

Antonella Calcaterra
I tempi della giustizia e della sanità non coincidono quasi mai con i bisogni di cura delle persone

Leggi l'articolo

Arringa sapiente

Andrea Casto
L’arringa contiene la seduzione della immediatezza, capace delle più varie sfumature

Leggi l'articolo

Pensieri, parole, opere e omissioni

Michele Passione
Non restare acquiescenti resta la base di tutto

Leggi l'articolo

Archivio Magazine

Indice

Rubriche: ultimi articoli

Magia delle parole della legalità

Pubblicato in |||

Angela Mazzia e Alessandra Tilli
Le parole della legalità brillano nell’incanto della narrazione fiabesca

Vergogna

Pubblicato in |||

Aldo Luchi
La parola che più di ogni altra ha perso la capacità di indicare con precisione cose e idee

Quando una morte fa rumore

Pubblicato in |||

Valeria Tocchio
Occorre una rete formativa e informativa strutturata e coordinata

Percorsi di recupero?

Pubblicato in ||||

Piero Buscicchio
Uno dei punti critici e controversi riguarda l’esistenza di luoghi di cura per l’uomo violento e maltrattante

“Family act”: novità per famiglie e lavoro

Pubblicato in |||

Ida Grimaldi
Gli ambiti di intervento della legge delineano il futuro Welfare per le aziende e per le famiglie

Rinascita

Pubblicato in |||

Tiziana Nuzzo
Il riscatto da un destino che sembrava segnato per sempre

Ignoranze

Pubblicato in |||

Nicky Persico
L’ignoranza è una colpevole forma di ottusità autoindotta

Nuove norme nei procedimenti in materia di diritti delle persone e delle famiglie

Pubblicato in |

Anna Losurdo
L’art. 1 della Legge 26.11.2021 n. 206 contiene disposizioni di diretta applicazione entrate in vigore il 22 giugno 2022

Diritto e magia

Pubblicato in |||

Fabio Cesare
Evitare il rischio di confondere autorevolezza e autorità usando un linguaggio comprensibile

Le parole per dire che è finita

Pubblicato in |||

Giovanna Fava
Viviamo la decisione come un lutto da elaborare senza avere alcuna difesa

Dal sovraindebitamento alla composizione negoziata

Pubblicato in ||

A cura della redazione
L’Associazione Italiana Avvocati e Gestori
della crisi da sovraindebitamento e d’impresa organizza un evento formativo a
ROMA, HOTEL OCCIDENTAL ARAN PARK, 16 e 17 Giugno 2022

La strategia UE sui diritti dei minori

Pubblicato in |

Anna Losurdo
I diritti delle persone di minore età sono diritti umani