Da sola non basta

Da sola non basta

di Aldo Luchi (Avvocato in Cagliari)

Non basta la bellezza da sola.
Certo, la bellezza può manifestarsi improvvisamente davanti ai nostri occhi senza che la cerchiamo, ma avviene raramente. E soprattutto rischiamo di perdere tutta quella che è, invece, nascosta.
Ho sempre pensato che la rigidità del concetto astratto del καλώς καί αγαθωσ lo renda inapplicabile alla quotidianità, all’esercizio di ricerca della bellezza nei meandri di tutto ciò in cui ci imbattiamo ogni giorno.

Occorre avere occhi ed animo predisposti ed allenati a vederla. Occorre saper filtrare la bellezza dalle tante impurità dalle quali è nella generalità dei casi circondata.
Per dirla con le parole di Oscar Wilde,

il guardare una cosa è ben diverso dal vederla. Non si vede una cosa finché non se ne vede la bellezza”.

E paradossalmente, più sono drammatiche e avverse le circostanze in cui ci imbattiamo, più è difficile intravedere dentro a queste la bellezza e più il riuscire a vederla rappresenta l’unica via di emancipazione.
Una via che passa attraverso la liberazione dalle sovrastrutture superflue, dai pregiudizi dannosi, dalle convenzioni inutili.

Nel dramma globale che stiamo vivendo, dovremmo tutti esercitarci a percorrere questa via e riuscire ad intravedere nelle modifiche delle nostre abitudini, imposte dalle restrizioni e dall’emergenza sanitaria, un’occasione per acquisire nuove competenze e capacità, consapevoli che soltanto questa evoluzione potrà costituire una via d’uscita.

Certo, tutti sentiamo la mancanza dei viaggi, della scoperta di luoghi sconosciuti, delle persone che li abitano e delle loro culture, ma abbiamo l’occasione di imparare a trovare la bellezza a due passi da noi, probabilmente dando il corretto valore a cose che, fino ad oggi, abbiamo dato per scontate.
Ed altrettanto possiamo fare sul lavoro, accettando con entusiasmo e curiosità le modifiche imposte dalla distanza forzata e che sono possibili grazie alla tecnologia.
Noi Avvocati, probabilmente, siamo più abituati di altri: trovare e valorizzare gli aspetti positivi ed utili, perfino le occasioni, all’interno dei drammi umani che gli assistiti ci consegnano è per noi un esercizio quasi quotidiano al quale abbiamo scelto, svolgendo questa professione, di aderire.
In fin dei conti lo ha detto anche Anna Frank:

Pensa a tutta la bellezza ancora rimasta attorno a te e sii felice”.

Image credit: Igor Ovsyannykov da Pixabay

#TOPICS: ultimi articoli

La cicala e la formica

Enzo Cianciotta
È giusto – o no – patire oggi di rinunce certe a fronte di una possibile (ma non sicura) utilità futura?

Leggi l'articolo

La disillusione dell’attesa virtuosa

Massimo Corrado Di Florio
Conta assai più il qui e adesso che il poi un po’ più in là

Leggi l'articolo

La marcia del granchio

Anna Paola Lacatena
Se il futuro ci spaventa allora viviamo la presentificazione del tempo

Leggi l'articolo

Dove si studia il futuro

Fabio Millevoi
Studiare i futuri è una scelta fondamentale per capire i cambiamenti in arrivo e prepararsi a gestirli

Leggi l'articolo

Fuga in avanti

Lorenzo Trigiani
Esplorare il modo in cui le idee sul futuro informino l’azione nel presente è lo scopo degli studi di futuro

Leggi l'articolo

Case domani

Carla Broccardo
Un progetto di “ricerca – azione” per immaginare il futuro dell’intera filiera edile

Leggi l'articolo

Ladri di avvenire

Fabio Cesare
I sovraindebitati sono fragili e facilmente adescabili dalla malavita

Leggi l'articolo

Identità, differenze e contaminazioni

Andrea Buti
Noi avvocati dobbiamo imparare a diffidare di ricette semplici e facili che non risolvono nulla

Leggi l'articolo

Progettare (e) futuro

Silvia Bona
Una rivoluzione che restituisce al progettare il suo senso e la sua capacità autenticamente generativa

Leggi l'articolo

Archivio Magazine

Indice

Rubriche: ultimi articoli

Essere un po’ più felici

Pubblicato in |||

Nicky Persico
Siamo spettatori, della nostra vita: e solo fino a quando possiamo pagare il biglietto

Ladri di avvenire

Pubblicato in |||

Fabio Cesare
I sovraindebitati sono fragili e facilmente adescabili dalla malavita

In carcere manca tutto

Pubblicato in |||

Maria Brucale
Il carcere è un mondo difficile, di straordinaria complessità

Oltre il rammarico

Pubblicato in ||||

Anna Losurdo
Ogni percorso comune, in fondo, ha un prima che non lo è stato

Diario segreto di un politico scoperto per caso

Pubblicato in

La verità, in fin dei conti, si scrive in poche righe

Ogni pietra parla d’amore

Pubblicato in |||

Tiziana Nuzzo
Michele fu strappato prematuramente alla vita nel 2011 da un proiettile vagante

Pride

Pubblicato in |||

Tiziana Nuzzo
Uno degli scherzi più brutti che può fare Madre Natura è far nascere gli sciocchi

Parità di genere in Avvocatura

Pubblicato in ||||

Rosanna Rovere
La sorellanza è una rivoluzione che deve partire dall’interno per andare all’esterno

Flatus vocis

Pubblicato in |||

Sergio D’Angelo

Arringa sapiente

Pubblicato in ||||

Andrea Casto
L’arringa contiene la seduzione della immediatezza, capace delle più varie sfumature

Parole a buon mercato

Pubblicato in |||

Sergio D’Angelo

La nuova retorica

Pubblicato in ||||

Aldo Luchi
Il fine della persuasione del giudice passa per strade diverse da quelle classiche