Diavolo di avvocato

Diavolo di avvocato

di Enzo Varricchio

E’ in via di pubblicazione, per i tipi della Aracne editrice di Roma, “Il patto fra un diavolo e un angelo sulla possibilità di ridare la vita ai morti” di H. Nihil, dramma teatrale in tre atti, in cui all’avvocato questa volta è affidata direttamente la parte del diavolo, piuttosto che quella di suo difensore come nel famoso film di Taylor Hackford del 1997 con Al Pacino, Charlize Theron e Keanu Reeves.

Insomma, dall’avvocato del diavolo al diavolo di avvocato.

In un mondo in cui ormai quasi nessuno crede più in Dio, il Diavolo, nelle vesti dell’avvocato Ammuth, e un Angelo, nelle vesti del dottor Mikael, stringono un patto con il quale verrà concesso al maligno, « per una volta », di ridare la vita ai morti.
Tale potere diverrà irrevocabile solo se questi saprà indurre definitivamente al male un essere umano che avrà assistito all’impossibile: la resurrezione di una persona amata. Se non riuscirà nel suo intento, invece, non potrà più avere voce in capitolo in materia di resurrezione.

Beneficiario del patto sarà Jakob Lorbeer, ex prete, nella totale disperazione per la recente scomparsa della sua donna, la bellissima Samed…
Nell’opera teatrale di Nihil, di chiara ambientazione distopica nel solco della letteratura faustiana, l’avvocato è un essere onnipotente che fa miracoli, ottenendo scarcerazioni impossibili e ricostruendo una “nuova vita” ai criminali.

Nella realtà, ovviamente e per fortuna, questa figura non esiste ma il dramma di Nihil è significativo di quanto oggi la giustizia sia considerata più un pericolo che una necessità e di quanto, da difensore di persone, l’avvocato sia passato a incarnare l’opposto ruolo di capro espiatorio e di simbolo stesso del male.
Tanto emerge invero anche dagli allarmi della cronaca italiana che segnala continuamente episodi di violenza e crimini contro gli avvocati che finiscono per essere considerati gli alter ego dei loro clienti.

Anche in questo caso il problema è essenzialmente culturale: spesso nell’immaginario collettivo italiano l’avvocato è l’ideal tipo negativo del professionista che sfrutta le zone grigie della legge per emergere nella giungla dei tribunali, un falso stereotipo che viene indotto da chi, in nome di un malinteso bisogno di sicurezza che sfocia nel giustizialismo, ha interesse a comprimere le libertà e i diritti dei cittadini demonizzando l’angelo degli innocenti per trasformarlo nel satana dei malvagi.

https://www.youtube.com/watch?v=xi6xxLFYmLs

Dello stesso Autore su Ora Legale News:
https://www.oralegalenews.it/?s=Enzo+Varricchio

#TOPICS: ultimi articoli

Anestesia cognitiva

Massimo Corrado Di Florio
Gli avvocati che non sono vittime della dittatura dell’opinione mostrano una reale avversione nei riguardi del sempre più diffuso astio verso la complessità

Leggi l'articolo

Jus sputtanandi

Marco Scarpati (Avvocato in Reggio Emilia)
È l’apoteosi della inutilità del processo penale, che quando arriva serve solo a giustificare i fatti narrati in precedenza

Leggi l'articolo

Sicuri per legge

Dario Belluccio (Avvocato in Bari)
Verifichiamo oramai la debacle che lo stato di diritto sta subendo attraverso lo spauracchio dell’altro e del diverso

Leggi l'articolo

Avvocati in pericolo

Roberto Giovene di Girasole (Avvocato in Napoli)
La drammatica situazione riguarda circa 600 avvocati turchi in carcere, dei quali 321 condannati a complessivi 2021 anni di reclusione

Leggi l'articolo

Difendere in famiglia

Alessandra Capuano Branca (Avvocata in Vicenza)
Molto resta da dire, ed ancor più da fare, per un cambio di atteggiamento al quale tutti gli Avvocati possono concorrere

Leggi l'articolo

Sul ponte delle spie

Nicky Persico (Avvocato in Bari e scrittore)
Essere avvocati, allora, è talvolta gestire le dighe che rompono gli argini, e conservarsi impassibili: affidabili

Leggi l'articolo

Il linguaggio dell’Avvocato

Paola Cerullo (Avvocata in Milano)
Oggi ancor più che in passato, l’abilità dialettica sta nel giusto equilibrio tra tecnica giuridica e nuove forme di comunicazione

Leggi l'articolo

Ci sei o ci fai?

Andrea Casto (Avvocato in Bari)
Che differenza c’è tra “fare” ed “essere” avvocato? Un conto è essere qualcuno o qualcosa, un conto è limitarsi a recitare un ruolo

Leggi l'articolo

La data è indelebile

Giovanna Fava (Avvocata in Reggio Emilia)
Quando, dopo un tempo che mi è parso interminabile, la gragnuola di spari è cessata, per terra c’erano tre corpi

Leggi l'articolo

Archivio

Indice

Rubriche: ultimi articoli

Io sto con le sardine

Pubblicato in

La speranza è che non finiscano in scatola. Prima ci…

Spaghetti, Pollo e InsalatILVA

Pubblicato in

Insieme alla morte annunciata delle intese (poco salve e/o salvifiche)…

NOT IN MY BACKYARD

Pubblicato in

Diciamocelo senza infingimenti. Quanti di noi hanno mai pensato o…

Due di picche

Pubblicato in

Era prevedibile. Arcelor-Mittal rilancia e chiude. Restituzione ILVA in atto.…

I.L.V.A.

Pubblicato in

Inutile Lamentarsi, Volate Altrove. E aggiungo: non rompete più i…

Sicuri per legge

Pubblicato in ||||

Dario Belluccio (Avvocato in Bari)
Verifichiamo oramai la debacle che lo stato di diritto sta subendo attraverso lo spauracchio dell’altro e del diverso

La prescrizione – rimedio omeopatico

Pubblicato in |||

Massimo Corrado Di Florio
Efficienza, imparzialità e buon andamento della P.A. parrebbero essere diventate parole prive di concreta efficacia

IL PRODROMO DEL PRODROMO, SALVO INTESE

Pubblicato in

La legge di bilancio e la manovra fiscale per il…

JOKER anaffettività da ridere

Pubblicato in

E va bene. L’imprinting famigliare è tutto. E, così, s’è…

Difendere in famiglia

Pubblicato in ||||

Alessandra Capuano Branca (Avvocata in Vicenza)
Molto resta da dire, ed ancor più da fare, per un cambio di atteggiamento al quale tutti gli Avvocati possono concorrere

Il linguaggio dell’Avvocato

Pubblicato in ||||

Paola Cerullo (Avvocata in Milano)
Oggi ancor più che in passato, l’abilità dialettica sta nel giusto equilibrio tra tecnica giuridica e nuove forme di comunicazione

La data è indelebile

Pubblicato in ||||

Giovanna Fava (Avvocata in Reggio Emilia)
Quando, dopo un tempo che mi è parso interminabile, la gragnuola di spari è cessata, per terra c’erano tre corpi