La marea bianca è nostra madre

La marea bianca è nostra madre

di Enzo Varricchio

Gli Arabi lo chiamano “Mar Bianco di Mezzo“, al-Baḥr al-Abyaḍ al-Mutawassiṭ, البحر الأبيض المتوسط‎, evocando il latte materno e l’idea del nutrimento, tanto che forse bisognerebbe declinarlo al femminile, alla francese, La Mer méditerranée: la marea bianca tra le terre.

Tutto ciò che noi siamo qui, a sud dell’Europa e a nord dell’Africa, è umido del nostro mare, la marea bianca è nostra madre.

Nelle sue onde si sono specchiate le più antiche civiltà del pianeta, tra Oriente e Occidente, lì dove 6000 anni prima di Cristo nacque l’agricoltura: egizia, minoica, micenea, fenicia, greca, romana, araba, bizantina.

Con i popoli delle sue sponde abbiamo sempre commerciato e guerreggiato, ma soprattutto sognato. Con le storie narrate dai suoi poeti e cantori: il Vello d’Oro, l’Iliade e l’Odissea, e le Mille e una Notte. Con le gesta di eroi come Gilgameš, Ulisse, Giasone, Teseo, i cui nomi ancora echeggiano di torre in baia, di isola in porto, per strade e per contrade. Con le tre grandi religioni monoteiste, che per questo medium liquido già caro a Poseidone si diffusero ovunque.

Ad Atene nacquero la filosofia e la democrazia, a Mileto la scienza, a Roma il diritto, a Palermo normanno-sveva lo Stato e la lingua italiana, almeno nelle prime forme di come oggi li intendiamo.

E l’Italia fu al centro di questo grande traffico di genti, di merci e di idee, e non solo grazie alle conquiste dell’impero romano. Basti pensare alla Magna Grecia e alle Repubbliche marinare.

Ci rubò il primato la scoperta dell’America nel 1492 e poi l’avvento della capacità logistica dei porti dei mari del nord: Rotterdam, Amburgo, Anversa. Da allora è cominciato un lento e inesorabile declino dal quale fatichiamo a risollevarci.

Ormai la forza non è più nell’immaginazione ma nell’organizzazione, non più nell’economia reale ma in quella finanziaria, non nella solitudine dell’avventura ma nella solidità del progetto.

In quest’era così poco romantica non c’è più molto spazio per santi, poeti e navigatori ma solo per oleodotti, barconi e isole di plastica.

Così anche una culla può trasformarsi in un cimitero.

Pic.: Ritorni, Enzo Varricchio, 2015

Articoli dello stesso autore:

https://www.oralegalenews.it/?s=Enzo+Varricchio

https://www.youtube.com/watch?v=om1-bi5yeWM

#TOPICS: ultimi articoli

Lasciateci vivere

Massimo Corrado Di Florio
Facile e allo stesso tempo assai pericoloso creare regole al di fuori delle regole stesse quando il navigare a vista diviene regola primaria

Leggi l'articolo

Una statua per San Nicola

Rocco Lombardi (Avvocato in Bari)
Ora Legale supporta Antenna Sud nell’iniziativa “Una statua per San Nicola”: costruire un monumento colossale del Santo per rilanciare Bari e la Puglia

Leggi l'articolo

Le potenzialità della tartaruga

Roberto Oliveri del Castillo (Consigliere della Corte d’Appello di Bari)
Per il nostro Sud è necessario riprendere esempi organizzativi e recuperare spirito pioneristico e di coesione

Leggi l'articolo

La zavorra del Mezzogiorno

Canio Trione (Economista in Bari)
Qui non si tratta di “aiutare” qualcuno, ma di sapere e perseguire l’interesse della nostra comunità

Leggi l'articolo

I punti cardinali della ripartenza

Giovanni Pansini (Avvocato in Trani)
Nell’affrontare quella economica non possiamo dimenticare il senso comune dello stare insieme

Leggi l'articolo

Ripartiamo dai sostantivi femminili

Serenella Molendini (Consigliera nazionale di parità supplente)
Tutte le epidemie precedenti hanno dimostrato che “nel dopo” aumentano le disuguaglianze in particolare di genere

Leggi l'articolo

La guerra dei dati al tempo del COVID-19

Corrado Crocetta (Docente di Statistica Università di Foggia)
In questi giorni, è importante che l’opinione pubblica sia consapevole dei rischi legati alla riduzione del distanziamento sociale

Leggi l'articolo

Le radici del male

Nicky Persico (Avvocato e scrittore)
E’ una storia vera: una di quelle notizie di cui si parla per un po’, e poi spariscono nel vuoto che le inghiotte: nel silenzio

Leggi l'articolo

Affrontare la ripresa

Giampaolo Di Marco (Avvocato in Vasto)
Bisognerebbe riferirsi all’“intelligenza” di fare le scelte migliori, ogni giorno, per ciascuno di noi, ma avendo presente l’intera Nazione e il suo futuro

Leggi l'articolo

Archivio

Indice

Rubriche: ultimi articoli

Lasciateci vivere

Pubblicato in |||

Massimo Corrado Di Florio
Facile e allo stesso tempo assai pericoloso creare regole al di fuori delle regole stesse quando il navigare a vista diviene regola primaria

Emergenza occasione per cambiare

Pubblicato in |||

Filomena Albano (Garante per l’infanzia e l’adolescenza)
Sì a riaperture diversificate; è importante dare ai ragazzi certezze sia sull’inizio dell’anno scolastico sia sulle modalità di svolgimento degli esami di stato

TEMPERATURE IN RIALZO

Pubblicato in

ovvero, ciò che nessun DPCM può annientare Al di là…

CONTE-STATO

Pubblicato in

ANNICHILIMENTO DI GREGGE un’opera al grigio Pillola assai breve. Si…

UN ETERNO PRESENTE

Pubblicato in

Il fine pena mai è tra noi. Validato da una…

MILITES

Pubblicato in

C’è un soldato, tale Pirgopolinice, spaccone e credulone che, per…

Provvedimenti

Pubblicato in

(ai tempi del virus) Leggo l’ordinanza nr. 35 del 19/4/2020,…

Bulimici normativi

Pubblicato in

In poco tempo è stata prodotta una congerie di norme…

KAOS-19

Pubblicato in

Kaos-19. Confinati senza un domani. In lockdown, se vi piace. Maledetto Covid-19.

Il ratto di Europa

Pubblicato in |||

Massimo Corrado Di Florio
Vediamo se si riesce a trarre qualche insegnamento dal mito di Europa. In realtà, una storia (una delle tante) piuttosto breve.

Curare le relazioni per garantire i diritti

Pubblicato in ||||

Filomena Albano (Garante per l’infanzia e per l’adolescenza)
Tracciato il bilancio di quattro anni di incarico: chiesti per l’Agia pareri obbligatori sulle leggi, poteri di ispezione, possibilità di intervento in giudizio e una struttura del personale stabile

IL TOTALMENTE ALTRO

Pubblicato in

(il Diritto al rovescio) Qui si parla della negazione di…