Spogliarsi dei pregiudizi

Spogliarsi dei pregiudizi

di Aldo Luchi (Avvocato in Cagliari)

È passato un secolo da quando Albert Einstein disse

“Triste epoca la nostra: è più facile disintegrare un atomo che superare un pregiudizio

sottolineando in questo modo lo scollamento tra la velocità delle scoperte scientifiche e la lentezza dell’evoluzione del comune sentire.

Ma il pregiudizio è parte dell’essere umano e proprio per questa ragione si parla di superamento.
È uno degli elementi ancestrali che hanno consentito all’uomo di sopravvivere nel corso dell’evoluzione: ha avuto la forma della diffidenza verso gli altri animali e verso gli stessi altri uomini, determinando la nascita delle prime comunità.
E costituisce anche l’impulso di tutte le religioni, perché soltanto l’intervento di un essere superiore ha per lunghissimo tempo consentito agli umani di spiegare fenomeni altrimenti inspiegabili. Inoltre, la religiosità alimenta il pregiudizio proprio perché, in nome della fede e della devozione, richiede il rispetto di regole morali e convenzioni la cui formulazione è attribuita al dio.

Eppure, a parole, i pregiudizi sono ciò che tutti noi temiamo maggiormente, ad esempio quando ci troviamo ad essere giudicati o protagonisti di una vicenda che abbia risalto sulla stampa e subiamo le critiche di chi si forma un’idea quasi sempre senza conoscere gli esatti contorni della vicenda.

Ancora oggi, le nostre società sono infarcite di pregiudizi, alcuni frutto di costumi ed abitudini deprecabili (si pensi al pettegolezzo), altri frutto di quella diffidenza ancestrale contro tutto ciò che è diverso da noi (come i pregiudizi nei confronti dei migranti o di chi ha una identità sessuale o una religiosità che non rientra nel canone della “normalità“), altri, infine, frutto della rigidità delle regole morali e religiose che, fin dall’infanzia, abbiamo respirato (i pregiudizi contro l’aborto, il suicidio o lo scioglimento dei legami coniugali).

Se fin dall’antichità e poi, più nettamente, nel corso dell’Illuminismo il pregiudizio veniva ricollegato all’ignoranza ed alla scarsa intelligenza

I pregiudizi sono ciò che gli sciocchi usano per ragionare“, Voltaire

oggi emerge un aspetto ulteriore: nel secolo in cui hanno trovato affermazione e codificazione i diritti civili, grazie soprattutto alla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, alla Convenzione Europea dei Diritti Umani ed a tutti i Trattati e le Convenzioni che da queste discendono, la resistenza ad immedesimarsi nell’altrui sentire e l’ostinato arroccamento su posizioni pregiudiziali su questi temi assumono una connotazione ideologica.

Non è un caso se proprio la regolamentazione dell’esercizio di questi diritti nasce quasi sempre da movimenti referendari sostenuti dall’attivismo dei cittadini e spesso scatena accesi dibattiti nella società.

Un esempio eclatante è rappresentato dalla recente raccolta di firme a sostegno del quesito referendario sull’Eutanasia Legale, che a fronte di un quorum richiesto di 500.000 sottoscrizioni ha superato il numero di 1.200.000, così dimostrando quanto il tema sia sentito nella comunità e, nel contempo, quanto l’inerzia del Parlamento rappresenti per i cittadini un atteggiamento incomprensibile ed ingiustificato.

Spogliarci dei pregiudizi significa coltivare il dubbio e ambire alla conoscenza, accogliere il modo di sentire delle altre persone e arricchirci, pretendere la tutela di diritti anche se, per qualsiasi ragione, non vi faremmo mai ricorso.

Image credit: PublicDomainPictures da Pixabay

di Aldo Luchi, su Ora Legale NEWS

#TOPICS: ultimi articoli

Un orizzonte chiuso

Camilla Corradi
Il pregiudizio più importante sul futuro è quello di non poterlo cambiare

Leggi l'articolo

Un labile confine

Anna Losurdo
La limitatezza della nostra esperienza umana ci imporrebbe di sottoporre a continue verifiche i nostri giudizi

Leggi l'articolo

L’opinione non ci salverà

Massimo Corrado Di Florio
A pensarci bene, siamo immersi in un pantano mediatico di opinionisti

Leggi l'articolo

Senza più debiti con dignità

Barbara Balsamo
L’indebitamento eccessivo è diventato un grave fenomeno sociale

Leggi l'articolo

Quel grido che nessuno voleva sentire

Sara Pala
Mi chiedo se non ci sia una forma di tutela maggiore che garantisca ai malati gravi di rimanere nella propria casa

Leggi l'articolo

La direttiva Insolvency in Italia

Luigi Amendola
La cultura dell’allerta è divenuta fondamentale nella governance delle nostre imprese

Leggi l'articolo

La forza dei fatti

Alessandra Pisu
I pregiudizi atrofizzano le idee finché non vengono messi alla prova dei fatti

Leggi l'articolo

Una società pregiudicata

Tania Rizzo
Pregiudizi che alimentano altri pregiudizi fin tanto che è l’altro a essere sotto i riflettori

Leggi l'articolo

Il salto culturale

Carlo Orlando
L’intenzione del legislatore è stata quella di mettere a disposizione delle famiglie e delle imprese in difficoltà nuovi e maggiori strumenti per superare la crisi economico-finanziaria

Leggi l'articolo

Archivio Magazine

Indice

Rubriche: ultimi articoli

Apprendimento ed esperienza

Pubblicato in |||

Giulia Massa
L’errore, inteso come rivalutazione, incarna una componente dell’apprendimento

I diritti personali e relazionali dei minori e i diritti genitoriali degli adulti

Pubblicato in |

Elvira Reale
Il diritto a mantenere relazioni con i due genitori è un diritto relativo, disponibile e rinunciabile

I percorsi di recupero (art. 165 c.p.)

Pubblicato in |||

Lucio Barbato
La novità sul piano giudiziario è data dalla inclusione nel processo decisionale di merito di altre figure professionali

Come ti depotenzio la riforma

Pubblicato in |

Andrea Mazzeo
I disturbi della personalità non compaiono improvvisamente quando una donna si separa e ifigli rifiutano la relazione con l’altro genitore

Cambia tutto per gli affidi

Pubblicato in |

Caterina Arcidiacono, Antonella Bozzaotra, Gabriella Ferrari Bravo, Elvira Reale, Ester Ricciardelli

Senza più debiti con dignità

Pubblicato in |||

Barbara Balsamo
L’indebitamento eccessivo è diventato un grave fenomeno sociale

Quel grido che nessuno voleva sentire

Pubblicato in |||

Sara Pala
Mi chiedo se non ci sia una forma di tutela maggiore che garantisca ai malati gravi di rimanere nella propria casa

Il bollino del mediatore famigliare

Pubblicato in |||

Pasqua Lacatena
La legge prevede un sistema di attestazioni e di certificazioni al fine di tutelare i fruitori dei servizi professionali

La direttiva Insolvency in Italia

Pubblicato in |||

Luigi Amendola
La cultura dell’allerta è divenuta fondamentale nella governance delle nostre imprese

Una questione di dignità

Pubblicato in |||

Michela Biancalana
Occorre cambaire tutti il punto di vista, professionisti e clienti

Il ruolo dell’OCC

Pubblicato in |||

Giuseppe Tufano
L’OCC non potrà essere considerato in alcun modo litisconsorte necessario

Nuove tutele per il diritto all’oblio

Pubblicato in |||

Leonardo Andriulo
Ritornare a ciò che accadeva nel passato, quando i giornali facevano notizia solo un giorno