Oltre i pregiudizi

Oltre i pregiudizi

di Roberto Sensi (Amministratore Unico della Edizioni Diritto e Ragione srl, società editrice del quotidiano “IL DUBBIO”)

Sui Pedali della Libertà “Oltre il Pregiudizio”

Nella testa di ciascuno di noi c’è un pregiudizio. Una testa, o meglio un teschio è stato e purtroppo rimane il simbolo di un pregiudizio.
Un teschio che veniva utilizzato come fermacarte da uno studioso, al tempo un famoso criminologo: Cesare Lombroso.
Ma di chi era quel teschio? Di un brigante, di un feroce assassino, di un incallito criminale? O forse di un povero diavolo che aveva rubato due caciotte e un capretto?

Era sicuramente di un calabrese, nato a Motta Santa Lucia: Giuseppe Villella.
Quel teschio è ancora oggi esposto al Museo di criminologia Cesare Lombroso a Torino.
La richiesta da parte del Comune natale di riavere le spoglie del suo concittadino, dopo un lungo iter giudiziario, si è definitivamente infranta in Cassazione; il teschio rimarrà esposto nel museo di Lombroso, che reputava la fossetta occipitale come chiaro segno della predisposizione al crimine delle genti del sud.

Ma se non è possibile seppellire il teschio, possiamo oggi almeno seppellire il pregiudizio nei confronti dei meridionali? E quello nei confronti dei meridionali è l’unico pregiudizio da sradicare?

Ma cosa è il pregiudizio? Cosa può fare ciascuno di noi per superare i pregiudizi?

Tante domande che mi giravano nella testa, tante domande che ho posto ai miei interlocutori nelle tappe del mio lungo viaggio in bici che mi ha portato da Torino a Motta Santa Lucia.
La prima risposta l’ho cercata nel dizionario Treccani ed è stata la molla che mi ha fatto intraprendere questa iniziativa.
Pregiudizio: Idea, opinione concepita sulla base di convinzioni personali e prevenzioni generali, senza una conoscenza diretta dei fatti, delle persone, delle cose, tale da condizionare fortemente la valutazione, e da indurre quindi in errore. La mancata conoscenza diretta dei fatti delle persone.

Ecco cosa si può fare: cercare di conoscere i fatti, le persone, le cose.

Ed ecco quello che ho fatto: sono salito in sella alla mia bici ho percorso l’Italia e ad ogni tappa ho incontrato persone che mi hanno raccontato fatti, ho visto cose, e ho condiviso tutto ciò con chi voleva “conoscere”, attraverso “Il Dubbio” e suoi canali multimediali (https://www.ildubbio.news/sui-pedali-della-liberta-oltre-il-pregiudizio/)

Otto tappe per arrivare a destinazione, tanti i pregiudizi affrontati, intelligenza artificiale e algoritmi, antisemitismo, omotransfobia, diritto alla difesa, Gender Gap, migranti e xenofobia, rom e antiziganismo. Ancora tanti i temi da affrontare.

Uno stile informale e un approccio diretto, un modo inusuale di comunicare con il quale mi piace pensare di aver aperto uno spazio di discussione su un tema per tutti noi importante: spesso i pregiudizi ci condizionano e precludono il pieno riconoscimento dei diritti di chi li subisce.

Sui Pedali della Libertà 2022 sarà “Oltre l’Ostacolo” in Sardegna e in Sicilia.

A chi mi chiede perché il prossimo giro non lo organizzo all’estero, gli rispondo che per quanto complicato sia percorrere le strade italiane in bicicletta, la soddisfazione di sedersi a tavola in qualsiasi regione italiana, non ha eguali, perché come si mangia in Italia non si mangia da nessuna parte.
Lasciatelo anche nella mia testa un pregiudizio.

Image credit: alan9187 da Pixabay

#TOPICS: ultimi articoli

Un orizzonte chiuso

Camilla Corradi
Il pregiudizio più importante sul futuro è quello di non poterlo cambiare

Leggi l'articolo

Un labile confine

Anna Losurdo
La limitatezza della nostra esperienza umana ci imporrebbe di sottoporre a continue verifiche i nostri giudizi

Leggi l'articolo

L’opinione non ci salverà

Massimo Corrado Di Florio
A pensarci bene, siamo immersi in un pantano mediatico di opinionisti

Leggi l'articolo

Senza più debiti con dignità

Barbara Balsamo
L’indebitamento eccessivo è diventato un grave fenomeno sociale

Leggi l'articolo

Quel grido che nessuno voleva sentire

Sara Pala
Mi chiedo se non ci sia una forma di tutela maggiore che garantisca ai malati gravi di rimanere nella propria casa

Leggi l'articolo

La direttiva Insolvency in Italia

Luigi Amendola
La cultura dell’allerta è divenuta fondamentale nella governance delle nostre imprese

Leggi l'articolo

La forza dei fatti

Alessandra Pisu
I pregiudizi atrofizzano le idee finché non vengono messi alla prova dei fatti

Leggi l'articolo

Una società pregiudicata

Tania Rizzo
Pregiudizi che alimentano altri pregiudizi fin tanto che è l’altro a essere sotto i riflettori

Leggi l'articolo

Il salto culturale

Carlo Orlando
L’intenzione del legislatore è stata quella di mettere a disposizione delle famiglie e delle imprese in difficoltà nuovi e maggiori strumenti per superare la crisi economico-finanziaria

Leggi l'articolo

Archivio Magazine

Indice

Rubriche: ultimi articoli

Apprendimento ed esperienza

Pubblicato in |||

Giulia Massa
L’errore, inteso come rivalutazione, incarna una componente dell’apprendimento

I diritti personali e relazionali dei minori e i diritti genitoriali degli adulti

Pubblicato in |

Elvira Reale
Il diritto a mantenere relazioni con i due genitori è un diritto relativo, disponibile e rinunciabile

I percorsi di recupero (art. 165 c.p.)

Pubblicato in |||

Lucio Barbato
La novità sul piano giudiziario è data dalla inclusione nel processo decisionale di merito di altre figure professionali

Come ti depotenzio la riforma

Pubblicato in |

Andrea Mazzeo
I disturbi della personalità non compaiono improvvisamente quando una donna si separa e ifigli rifiutano la relazione con l’altro genitore

Cambia tutto per gli affidi

Pubblicato in |

Caterina Arcidiacono, Antonella Bozzaotra, Gabriella Ferrari Bravo, Elvira Reale, Ester Ricciardelli

Senza più debiti con dignità

Pubblicato in |||

Barbara Balsamo
L’indebitamento eccessivo è diventato un grave fenomeno sociale

Quel grido che nessuno voleva sentire

Pubblicato in |||

Sara Pala
Mi chiedo se non ci sia una forma di tutela maggiore che garantisca ai malati gravi di rimanere nella propria casa

Il bollino del mediatore famigliare

Pubblicato in |||

Pasqua Lacatena
La legge prevede un sistema di attestazioni e di certificazioni al fine di tutelare i fruitori dei servizi professionali

La direttiva Insolvency in Italia

Pubblicato in |||

Luigi Amendola
La cultura dell’allerta è divenuta fondamentale nella governance delle nostre imprese

Una questione di dignità

Pubblicato in |||

Michela Biancalana
Occorre cambaire tutti il punto di vista, professionisti e clienti

Il ruolo dell’OCC

Pubblicato in |||

Giuseppe Tufano
L’OCC non potrà essere considerato in alcun modo litisconsorte necessario

Nuove tutele per il diritto all’oblio

Pubblicato in |||

Leonardo Andriulo
Ritornare a ciò che accadeva nel passato, quando i giornali facevano notizia solo un giorno