Navigator

Navigator


Inutile far finta di nulla.
Del tutto impensabile.
Siamo immersi sino al collo nella liquidità più densa e, nello stesso tempo, più instabile del nuovo millennio.
Non sto parlando della intelligenza artificiale, macché.
Parlo di quella forma oscura di para-intelligenza abilmente sdoganata come AI (Artificial Intelligence).
In realtà trattasi di pura induzione all’uso smodato del web.
La frittata è già fatta da tempo. Avvinti come siamo dal fascino della ragnatela, nemmeno sappiamo quando, come e perché verremo fagocitati o espulsi dal sistema.
Nel frattempo, ignari, assistiamo attoniti al nostro progressivo sminuzzamento per mezzo delle oscure alchimie matematiche raccoglitrici di dati personali che, infine, vengono riorganizzati e catalogati all’interno di un poderoso sistema di classificazione.
Più della raccolta, potè la classificazione.
In tal modo, ognuno di noi, viene fatto oggetto di profilazioni sempre più accurate.
Così, l’AI decide per noi.
Uso di farmaci, prodotti cosmetici, automobili, musica, prezzo da corrispondere per una polizza assicurativa in base alla probabile malattia che il nostro corpo svilupperà, tipo di contratto di lavoro in ossequio al nostro normo-tipo di patologia prossima ventura, ovvero, assoluta impossibilità di varcare la soglia di qualsivoglia assunzione.
Considerata la più che normale neutralità di un algoritmo e, più in generale, di una Macchina, c’è da stare allegri.
In fin dei conti, tutto diventa più semplice se ci si affida alla precisione chirurgica di un meccanismo previsionale.
Anche i futuri navigator sono i figli di questa sublime evoluzione? Non lo credo.
Loro saranno chiamati a consultare le sfere di cristallo.
Irrazionalismo di ritorno per tutti.
I  “Grandi Fratelli” di tutto il mondo già se la ridono.
Per dirla tutta, son pochi ma si sganasciano dalle risate.
Noi, tantissimi, sempre più soli.

Pics Massimo Corrado Di Florio, 2017

#TOPICS: ultimi articoli

Famiglie e non discriminazione

Rosa Chieco
La famiglia continua ad essere considerata come formazione fondativa della società alla luce di nuovi e diversi criteri

Leggi l'articolo

La risoluzione della crisi on line

Lucia Legati
I conflitti familiari portano con sé una quantità ed una qualità di emozioni e di affetti destrutturati

Leggi l'articolo

Io negozio, il giudice separa

Roberta Valente
In un mare di disagi e incertezze noi Avvocati di famiglia continuiamo a negoziare e a scrivere accordi

Leggi l'articolo

Un paio di ali sulle spalle

Luca Trapanese
Dovremmo iniziare a considerare famiglia il luogo dell’amore, della condivisione, dell’accoglienza

Leggi l'articolo

Un tesoro e un tranello

Pietro Buscicchio
Il potere di un sistema familiare è enorme sul piano sia sincronico, sia diacronico, sia in orizzontale, sia in verticale, nel bene e nel male

Leggi l'articolo

Le rose e il pane

Giovanna Fava
Non è questo il significato di parità all’interno della famiglia che pensavano i nostri costituenti

Leggi l'articolo

Famiglie in giudizio

Alessanda Capuano Branca
Osservate dall’interno dei Tribunali, sono l’evoluzione mostruosa di quelle che la società dei consumi ci propina

Leggi l'articolo

L’amore è un accidente

Anna Losurdo
Ciò che crea il legame familiare tra le persone che compongono una famiglia è il progetto che esse condividono

Leggi l'articolo

Bigenitorialità falso mito

Ida Grimaldi
Il fanciullo, nelle procedure che lo riguardano, deve essere considerato soggetto di diritti e non oggetto di diritti

Leggi l'articolo

Archivio

Indice

Rubriche: ultimi articoli

Famiglie e non discriminazione

Pubblicato in |||

Rosa Chieco
La famiglia continua ad essere considerata come formazione fondativa della società alla luce di nuovi e diversi criteri

La risoluzione della crisi on line

Pubblicato in ||||

Lucia Legati
I conflitti familiari portano con sé una quantità ed una qualità di emozioni e di affetti destrutturati

Io negozio, il giudice separa

Pubblicato in ||||

Roberta Valente
In un mare di disagi e incertezze noi Avvocati di famiglia continuiamo a negoziare e a scrivere accordi

Un paio di ali sulle spalle

Pubblicato in ||||

Luca Trapanese
Dovremmo iniziare a considerare famiglia il luogo dell’amore, della condivisione, dell’accoglienza

Le rose e il pane

Pubblicato in ||||

Giovanna Fava
Non è questo il significato di parità all’interno della famiglia che pensavano i nostri costituenti

Famiglie in giudizio

Pubblicato in |||

Alessanda Capuano Branca
Osservate dall’interno dei Tribunali, sono l’evoluzione mostruosa di quelle che la società dei consumi ci propina

L’amore è un accidente

Pubblicato in |||

Anna Losurdo
Ciò che crea il legame familiare tra le persone che compongono una famiglia è il progetto che esse condividono

Bigenitorialità falso mito

Pubblicato in |||

Ida Grimaldi
Il fanciullo, nelle procedure che lo riguardano, deve essere considerato soggetto di diritti e non oggetto di diritti

Criteri ambientali minimi

Pubblicato in |||

Vincenzo Arbore
Lo sguardo alla cura del pianeta, sebbene affetto da un leggero strabismo verso gli interessi finanziari, appare comunque una necessità

Una questione democratica

Pubblicato in ||||

Stefania Cavagnoli
Il linguaggio giuridico è una varietà linguistica di prestigio, che può esercitare un grande potere e spesso perfino forza normativa

La grammatica dell’imputato

Pubblicato in ||||

Giorgia Fusacchia
Alla “grammatica della non agentività” dell’imputato si contrappone la “grammatica dell’agente inefficiente” della parte offesa

La mediazione dell’Avvocato

Pubblicato in ||||

Pasqua Lacatena
Nella stanza di mediazione non ci sono i bambini, ma è per loro che il mediatore lavora