Diversity management

Diversity management

di Paola Perchinunno (Avvocata in Bari e counselor)

Nel suo libro ”ESPERIENZE di COUNSELING AZIENDALELuigi Ranieri, founder dei servizi counselingaziendale.it e bonsay.it, definisce il “diversity management come un approccio diversificato alla gestione delle risorse umane, finalizzato alla creazione di un ambiente lavorativo inclusivo, in grado di favorire l’espressione del potenziale individuale e di utilizzarlo come leva strategica per il raggiungimento degli obiettivi organizzativi”.

Utilizzando questa efficace espressione e le esperienze condivise del collega Luigi, l’invito è a soffermarci sul concetto di diversità, fino alla possibile conciliazione tra essere umano e attività lavorativa soddisfacente e produttiva, applicandola in diversi ambiti.

Parole chiave: diversità / benessere / interventi

Il counseling è lo strumento per legare la piacevolezza nell’ambito lavorativo con criteri di efficienza e organizzazione produttiva. Come?
La diversità fa riferimento alla cultura, all’etnia, all’età, all’orientamento sessuale, alla disabilità, alle esigenze vita privata-lavoro e, relativamente alla persona, fa riferimento alla sua personalità (cd. Carattere), all’ambiente in cui è nata e cresciuta, ai luoghi e ai gruppi che ne hanno segnato l’appartenenza, al carico delle generazioni passate. In questa diversità risiede l’unicità del singolo individuo, perfetto così come è, pur nei limiti umani.

Carl Rogers, il padre del counseling, definisce empatia la capacità di mettersi nei panni della persona, di non giudicarla, di non valutarla, di accogliere la sua individualità senza dirigerla, ma di valorizzarla attraverso l’ascolto finalizzato a risaltare le risorse che essa contiene già in sé, ma in qualche modo seppellite in assenza di autostima.

Ogni individuo, pertanto, è unico e contiene in sé le risorse per splendere. Più individui riconosciuti nella loro unicità, splendono in un sistema complesso, quale esso sia, organizzazione in forma di azienda, studio legale, studio notarile e ogni forma associativa che comprenda un gruppo di persone.

Inevitabilmente esse dovranno entrare in relazione con tutto il loro vissuto e le rispettive peculiarità.
Se quel sistema complesso impara a non puntare il dito, ma ad accogliere, potenzialmente ciascuno contribuirà a creare un’organizzazione del ben-essere, dinamica e autopoieticamente produttiva.

Sia il counseling sia il diversity management trovano terreno comune nel rispetto dell’unicità dell’individuo e nella valorizzazione della sua diversità.
La diversità crea ricchezza.

Innovare significa non rassegnarsi, dare valore a tutto quello che c’è” è una bella definizione di Daniela Ducato, nominata dalla rivista @Fortune Magazine come l’imprenditrice italiana più innovativa del momento.

#TOPICS: ultimi articoli

Famiglie e non discriminazione

Rosa Chieco
La famiglia continua ad essere considerata come formazione fondativa della società alla luce di nuovi e diversi criteri

Leggi l'articolo

La risoluzione della crisi on line

Lucia Legati
I conflitti familiari portano con sé una quantità ed una qualità di emozioni e di affetti destrutturati

Leggi l'articolo

Io negozio, il giudice separa

Roberta Valente
In un mare di disagi e incertezze noi Avvocati di famiglia continuiamo a negoziare e a scrivere accordi

Leggi l'articolo

Un paio di ali sulle spalle

Luca Trapanese
Dovremmo iniziare a considerare famiglia il luogo dell’amore, della condivisione, dell’accoglienza

Leggi l'articolo

Un tesoro e un tranello

Pietro Buscicchio
Il potere di un sistema familiare è enorme sul piano sia sincronico, sia diacronico, sia in orizzontale, sia in verticale, nel bene e nel male

Leggi l'articolo

Le rose e il pane

Giovanna Fava
Non è questo il significato di parità all’interno della famiglia che pensavano i nostri costituenti

Leggi l'articolo

Famiglie in giudizio

Alessanda Capuano Branca
Osservate dall’interno dei Tribunali, sono l’evoluzione mostruosa di quelle che la società dei consumi ci propina

Leggi l'articolo

L’amore è un accidente

Anna Losurdo
Ciò che crea il legame familiare tra le persone che compongono una famiglia è il progetto che esse condividono

Leggi l'articolo

Bigenitorialità falso mito

Ida Grimaldi
Il fanciullo, nelle procedure che lo riguardano, deve essere considerato soggetto di diritti e non oggetto di diritti

Leggi l'articolo

Archivio

Indice

Rubriche: ultimi articoli

Famiglie e non discriminazione

Pubblicato in |||

Rosa Chieco
La famiglia continua ad essere considerata come formazione fondativa della società alla luce di nuovi e diversi criteri

La risoluzione della crisi on line

Pubblicato in ||||

Lucia Legati
I conflitti familiari portano con sé una quantità ed una qualità di emozioni e di affetti destrutturati

Io negozio, il giudice separa

Pubblicato in ||||

Roberta Valente
In un mare di disagi e incertezze noi Avvocati di famiglia continuiamo a negoziare e a scrivere accordi

Un paio di ali sulle spalle

Pubblicato in ||||

Luca Trapanese
Dovremmo iniziare a considerare famiglia il luogo dell’amore, della condivisione, dell’accoglienza

Le rose e il pane

Pubblicato in ||||

Giovanna Fava
Non è questo il significato di parità all’interno della famiglia che pensavano i nostri costituenti

Famiglie in giudizio

Pubblicato in |||

Alessanda Capuano Branca
Osservate dall’interno dei Tribunali, sono l’evoluzione mostruosa di quelle che la società dei consumi ci propina

L’amore è un accidente

Pubblicato in |||

Anna Losurdo
Ciò che crea il legame familiare tra le persone che compongono una famiglia è il progetto che esse condividono

Bigenitorialità falso mito

Pubblicato in |||

Ida Grimaldi
Il fanciullo, nelle procedure che lo riguardano, deve essere considerato soggetto di diritti e non oggetto di diritti

Criteri ambientali minimi

Pubblicato in |||

Vincenzo Arbore
Lo sguardo alla cura del pianeta, sebbene affetto da un leggero strabismo verso gli interessi finanziari, appare comunque una necessità

Una questione democratica

Pubblicato in ||||

Stefania Cavagnoli
Il linguaggio giuridico è una varietà linguistica di prestigio, che può esercitare un grande potere e spesso perfino forza normativa

La grammatica dell’imputato

Pubblicato in ||||

Giorgia Fusacchia
Alla “grammatica della non agentività” dell’imputato si contrappone la “grammatica dell’agente inefficiente” della parte offesa

La mediazione dell’Avvocato

Pubblicato in ||||

Pasqua Lacatena
Nella stanza di mediazione non ci sono i bambini, ma è per loro che il mediatore lavora