Benvenuto fisco forfetario (2° parte)

Benvenuto fisco forfetario (2° parte)

di Antonio Damascelli (Avvocato in Bari e Presidente U.N.CA.T.)

In un precedente (primo) intervento del febbraio del 2019 abbiamo esaminato la disciplina del regime forfetario di tassazione del reddito di lavoro autonomo, nella cui categoria sono inseriti tutti i liberi professionisti, quorum gli avvocati.

La legge di bilancio 2019 (L. 28.12.2018 n. 145) aveva innovato l’art. 1 comma 57 lett. d bis) della legge 190/2014, escludendo dal regime forfetario “le persone fisiche la cui attività sia esercitata prevalentemente nei confronti di datori di lavoro con i quali sono in corso rapporti di lavoro o erano intercorsi rapporti di lavoro nei due precedenti periodi d’imposta, ovvero nei confronti di soggetti direttamente o indirettamente riconducibili ai suddetti datori di lavoro”.

La causa ostativa prevista nella previgente disposizione normativa, anteriormente alla novella del 2019, come indicato nella relazione illustrativa, rispondeva alla ratio di evitare artificiose trasformazioni di attività di lavoro dipendente in attività di lavoro autonomo, prevedendo, a tal fine, un periodo di sorveglianza.

La nuova causa ostativa, a differenza della precedente, fa riferimento all’attività esercitata prevalentemente nei confronti dei datori di lavoro o di soggetti direttamente o indirettamente ad essi riconducibili, con la conseguenza che la verifica del requisito della prevalenza va effettuata solo al termine del periodo d’imposta (Circ. Agenzia Entrate n. 9 del 10 aprile 2019).

In questo quadro normativo si inserisce la modifica della lett. d bis), nella quale sono state aggiunte dalla legge 11 febbraio 2019 n. 12 – di conversione del d.l. n. 135/2018 – le seguenti parole “ad esclusione dei soggetti che iniziano una nuova attività dopo aver svolto il periodo di pratica obbligatorio ai fini dell’esercizio di arti o professioni”.

Sono, quindi, ammessi al regime forfetario dal 2019 gli ex praticanti che iniziano una nuova attività, anche se la esercitano prevalentemente nei confronti dei datori di lavoro presso i quali hanno svolto il periodo di praticantato obbligatorio.

Non è questa la sede più adatta per intrattenerci sull’argomento ma la ratio della disposizione appare orientata a collocarsi nella sfera dei rapporti tra l’avvocato-collaboratore ed il titolare dello studio monocommittente (tema oggetto di attenta riflessione nell’ambito delle istituzioni forensi).
Vale a dire che il praticante avvocato, il quale, successivamente all’abilitazione, presti o continui a prestare la propria attività professionale in favore dell’ex “dominus”, rientra nel regime forfetario.

La disposizione, inserita quale deroga alla disciplina a regime valida per tutte le persone fisiche, si offre a questa interpretazione (rapporto col datore monicommittente) non potendosi riferire alla diversa circostanza del pregresso rapporto di lavoro svolto nei due anni precedenti, ostando il dettato dell’art. 41 comma 11 della legge professionale n. 247/2012.
In base a questa norma, infatti, al praticante è riconosciuto il rimborso delle spese sostenute per conto dello studio ove svolge la pratica, ma il tirocinio professionale non determina di diritto l’instaurazione di un rapporto di lavoro subordinato anche occasionale.

Al tirocinante possono essere riconosciuti, mediante apposito contratto e decorso il primo semestre di pratica, un’indennità o un compenso commisurati all’effettivo apporto professionale dato nell’esercizio delle prestazioni e tenuto conto dell’utilizzo delle strutture dello studio professionale.
La dazione dell’indennità o compenso non trasforma la collaborazione in rapporto di lavoro subordinato, in quanto la natura del reddito, una volta classificato ex lege, non muta per effetto delle modalità di corresponsione del compenso.

In conclusione, se il praticante avvocato si abilita e prosegue l’attività professionale anche prevalentemente col suo dominus, dal quale percepisce compensi, determinerà la ricchezza in modo forfetario sempre che i predetti compensi non siano superiori a 65.000 euro.

https://www.oralegalenews.it/magazine/03-gennaio/il-nuovo-regime-di-determinazione-forfetaria-del-reddito-dei-professionisti/2777/2019/

Pic.:Nattanan Kanchanaprat da Pixabay

#TOPICS: ultimi articoli

Facciamoci del mare

di Nicky Persico (Avvocato in Bari e poeta)
Ebbene sì.
Il conto è arrivato, infine.
Come siamo sciocchi, noi esseri umani, quando crediamo di essere furbi

Leggi l'articolo

La marea bianca è nostra madre

di Enzo Varricchio
Tutto ciò che noi siamo qui, a sud dell’Europa e a nord dell’Africa, è umido del nostro mare, lui è la nostra madre

Leggi l'articolo

Conosci te stesso

di Ileana Alesso (Avvocata in Milano)
Quante volte ci siamo chiesti come si potesse fare a meno di vedere tutti quei treni che finivano ad Auschwitz

Leggi l'articolo

surfisti poeti

di Nicola Lopez (Giurista d’impresa in Roma)
I surfisti assorbono l’energia di un’onda, assecondandola per trasformarla in guizzi cinetici

Leggi l'articolo

Se questa è una canzone

di Antonio Longo (Avvocato in Bari)
Le storie si ripetono. Non saranno le leggi a fermarle, né i porti chiusi, né i porti troppo aperti

Leggi l'articolo

Un CCNL per la nautica da diporto

di Roberta Caragnano (Avvocata in Taranto)
Secondo le stime dell’OECD, a partire dal 2030, le industrie del mare hanno il potenziale per superare l’economia globale nel suo complesso sia in termini di valore aggiunto sia di occupazione

Leggi l'articolo

Monterosso, l’isola perduta

di Antonino Greco (Presidente Archeoclub Bari)
Monterosso è il nome che individua un’isolotto ormai scomparso nel mare di Levante a Bari, in prossimità del Fortino e dirimpetto alla Basilica del Santo Nicola

Leggi l'articolo

La via della seta, rischi e benefici

di Ugo Patroni Griffi (Presidente dell’autorità portuale dell’Adriatico Meridionale)
La moderna “Via della Seta” non ha niente a che vedere con l’epopea di Marco Polo o di Matteo Ricci

Leggi l'articolo

Breve diario di un morto per mare

di Massimo Corrado Di Florio
Il mare affascina senza mai raccontare e ci convince, col suo silenzioso e costante movimento, che è proprio nel suo non raccontare che risiede il suo fascino

Leggi l'articolo

Archivio

Indice

Rubriche: ultimi articoli

TROJAN

Pubblicato in |

Non intendo cascare nella fin troppo facile battuta. I figli,…

E’ nata Libra, moneta social

Pubblicato in ||||

di Giovanni Pansini (Avvocato in Trani)
Se Libra venisse introdotta, potrebbe crearsi, in un battito di ciglia, un grande mercato globale digitale di quasi 2,5 miliardi di persone accomunato da una moneta unica

Oltre #MeToo

Pubblicato in ||||

di Serenella Molendini (Consigliera Nazionale di Parità supplente)
In occasione della 108° Conferenza Internazionale dell’Organizzazione Internazionale sul Lavoro approvate Convenzione e raccomandazione.

Del prestigio non resta che il gioco

Pubblicato in |

di Massimo Corrado Di Florio

Canapa, in fumo i pregiudizi

Pubblicato in ||||

di Francesco Mirizzi (Policy advisor Copa – Cogeca in Brussell)
La canapa occupa regolarmente i primi posti dell’agenda politica degli Stati membri, come dimostrato dai recenti dibattiti sui negozi di cannabis light

Il “genere” diventa indicatore di valutazione del servizio sanitario nazionale

Pubblicato in |

A cura della Redazione
A BARI SI TERRÀ IL 21-22 GIUGNO IL CONVEGNO NAZIONALE SULLA MEDICINA DI GENERE.

Family in translation

Pubblicato in ||||

di Sergio D’Angelo (Sociologo del lavoro – Presidente di AIF – Puglia)
Le famiglie sono condizionate, in larga misura, dai modelli economici e culturali prevalenti

DPO nel pubblico e nel privato

Pubblicato in ||||

di Francesco Tedeschi (Avvocato in Trani)
Il Regolamento stabilisce l’obbligatorietà della nomina del DPO per gli organismi pubblici e per le organizzazioni private a determinate condizioni

Seminario informativo a Cagliari

Pubblicato in |

A cura della Redazione
Crisi d’impresa, misure di allerta per prevenirla ed esdebitazione per contrastarla; seminario organizzato da Confcommercio – Sud Sardegna a Cagliari, 24 maggio 2019.

I maltrattamenti sui minori in Puglia

Pubblicato in |

a cura della Redazione
CESVI, maltrattamento all’infanzia: Puglia regione “a elevata criticità”: è quartultima in Italia.

Avvocato, disponiamo una CTU?

Pubblicato in ||||

Alessandra Capuano Branca (Avvocata in Vicenza)
Nei Tribunali ordinari si registra il sempre più frequente ricorso alle CTU per disciplinare l’affidamento dei minori.

“Io e te una sola cosa…”

Pubblicato in ||||

di Lucia Legati
Le relazioni interpersonali costituiscono un aspetto fondamentale nella nostra vita quotidiana…