facciamoci del mare

Facciamoci del mare

di Nicky Persico (Avvocato in Bari e poeta)

Ebbene sì.
Il conto è arrivato, infine.
Come siamo sciocchi, noi esseri umani, quando crediamo di essere furbi.
Come siamo illusi, di fronte al mare. Convinti che possa portare lontano ogni cosa, disintegrarla, far sì che non esista più.
Esattamente come coprirsi gli occhi e pensare che se noi non vediamo nessuno, nessuno ci vedrà.
Perché, appunto, siamo furbi. Già. Dei veri geni, quasi oserei dire.
Per poi, un giorno, ritrovarci sommersi di quel che abbiamo ‘buttato via’.
Ha solo fatto un lungo giro, e poi è tornato tutto: ogni singola bottiglietta, ogni busta, ogni tappo.
Ma in fondo chissenefrega: possiamo sempre prendere il sole, no?
Ah, vero, da quello ormai bisogna praticamente difendersi, per via del buco nell’ozono o cose del genere.
Ma un po’ d’aria fresca, sulla riva, è sempre pronta, giusto?
Uhm, no: c’è il riscaldamento globale, e a volte il caldo è talmente insopportabile che si soffre anche in spiaggia.
Ragazzi, sapete che vi dico: una bella mangiata di pesce , però, non ce la leva nessuno!
Ah sì? C’è un altro problema?
Cavolo, ogni rifiuto, ridotto in minuscoli frammenti, finisce nei nostri piatti. E così, secondo recenti ricerche – ed era intuitivo, in verità – mangiamo ogni settimana l’equivalente di una carta di credito.
Ma allora, cosa ci resta?
Un mare di plastica, mangiando un gelato al gusto di fragola, all’ombra di un telo che ci difende dal sole, facendo attenzione alle schegge di vetro che spuntano dalla sabbia.
E un tuffo refrigerante tra le alghe tossiche, le meduse urticanti e i pesci tropicali, tra colibatteri, nafta, e altri regali.
Se proprio non fossimo capaci di non gettare rifiuti in mare, foss’anche con vie traverse, per salvare pesci, uccelli, tartarughe e quant’altro, dovremmo almeno esserlo per salvare noi stessi: ma l’ottusità può più dell’egoismo. E ci facciamo del mare.
Infine lo troveremo pure, un angolo visuale adatto, scansando nell’inquadratura una bottiglia vuota, un sacchetto nero, e una lattina arrugginita, lo spazio per uno scatto da esibire con orgoglio incontaminato. Per far vedere al mondo intero che è arrivata ancora una volta l’estate.
Non è colpa nostra, in fondo. Sono malefatte del passato, quelle che si manifestano adesso.
Noi stiamo acquisendo una coscienza sociale, su questa plastica maledetta. Noi il sacchetto lo conferiamo come si deve.
Poco ci importa, al fresco dell’aria condizionata, quel che d’altro stiamo combinando. Si scioglieranno i ghiacciai, per questo: ma tanto, tanto lontano.
Il mare, dal canto suo, ci osserva perplesso. E si consola, pensando che siamo biodegradabili, almeno noi, nel giro di qualche anno.
A parte l’equivalente di qualche carta di credito, naturalmente.
Perché ormai, reciteranno, plastica siamo, e plastica ritorneremo.

Pic.: …/inquinamento-plastica-balena.jpeg

#TOPICS: ultimi articoli

La marea bianca è nostra madre

di Enzo Varricchio
Tutto ciò che noi siamo qui, a sud dell’Europa e a nord dell’Africa, è umido del nostro mare, lui è la nostra madre

Leggi l'articolo

Conosci te stesso

di Ileana Alesso (Avvocata in Milano)
Quante volte ci siamo chiesti come si potesse fare a meno di vedere tutti quei treni che finivano ad Auschwitz

Leggi l'articolo

surfisti poeti

di Nicola Lopez (Giurista d’impresa in Roma)
I surfisti assorbono l’energia di un’onda, assecondandola per trasformarla in guizzi cinetici

Leggi l'articolo

Se questa è una canzone

di Antonio Longo (Avvocato in Bari)
Le storie si ripetono. Non saranno le leggi a fermarle, né i porti chiusi, né i porti troppo aperti

Leggi l'articolo

Un CCNL per la nautica da diporto

di Roberta Caragnano (Avvocata in Taranto)
Secondo le stime dell’OECD, a partire dal 2030, le industrie del mare hanno il potenziale per superare l’economia globale nel suo complesso sia in termini di valore aggiunto sia di occupazione

Leggi l'articolo

Monterosso, l’isola perduta

di Antonino Greco (Presidente Archeoclub Bari)
Monterosso è il nome che individua un’isolotto ormai scomparso nel mare di Levante a Bari, in prossimità del Fortino e dirimpetto alla Basilica del Santo Nicola

Leggi l'articolo

La via della seta, rischi e benefici

di Ugo Patroni Griffi (Presidente dell’autorità portuale dell’Adriatico Meridionale)
La moderna “Via della Seta” non ha niente a che vedere con l’epopea di Marco Polo o di Matteo Ricci

Leggi l'articolo

Breve diario di un morto per mare

di Massimo Corrado Di Florio
Il mare affascina senza mai raccontare e ci convince, col suo silenzioso e costante movimento, che è proprio nel suo non raccontare che risiede il suo fascino

Leggi l'articolo

Mondo di m…

di Enzo Varricchio
L’ieri era meglio dell’oggi? Almeno nei Cinquanta/Duemila c’erano i sogni. Ora sono rimasti solo gli incubi.

Leggi l'articolo

Archivio

Indice

Rubriche: ultimi articoli

TROJAN

Pubblicato in |

Non intendo cascare nella fin troppo facile battuta. I figli,…

E’ nata Libra, moneta social

Pubblicato in ||||

di Giovanni Pansini (Avvocato in Trani)
Se Libra venisse introdotta, potrebbe crearsi, in un battito di ciglia, un grande mercato globale digitale di quasi 2,5 miliardi di persone accomunato da una moneta unica

Oltre #MeToo

Pubblicato in ||||

di Serenella Molendini (Consigliera Nazionale di Parità supplente)
In occasione della 108° Conferenza Internazionale dell’Organizzazione Internazionale sul Lavoro approvate Convenzione e raccomandazione.

Del prestigio non resta che il gioco

Pubblicato in |

di Massimo Corrado Di Florio

Canapa, in fumo i pregiudizi

Pubblicato in ||||

di Francesco Mirizzi (Policy advisor Copa – Cogeca in Brussell)
La canapa occupa regolarmente i primi posti dell’agenda politica degli Stati membri, come dimostrato dai recenti dibattiti sui negozi di cannabis light

Il “genere” diventa indicatore di valutazione del servizio sanitario nazionale

Pubblicato in |

A cura della Redazione
A BARI SI TERRÀ IL 21-22 GIUGNO IL CONVEGNO NAZIONALE SULLA MEDICINA DI GENERE.

Family in translation

Pubblicato in ||||

di Sergio D’Angelo (Sociologo del lavoro – Presidente di AIF – Puglia)
Le famiglie sono condizionate, in larga misura, dai modelli economici e culturali prevalenti

DPO nel pubblico e nel privato

Pubblicato in ||||

di Francesco Tedeschi (Avvocato in Trani)
Il Regolamento stabilisce l’obbligatorietà della nomina del DPO per gli organismi pubblici e per le organizzazioni private a determinate condizioni

Benvenuto fisco forfetario (2° parte)

Pubblicato in ||||

di Antonio Damascelli (Avvocato in Bari e Presidente U.N.CA.T.)
A seguito della modifica normativa, dal 2019 sono ammessi al regime forfetario gli ex praticanti che iniziano una nuova attività

Seminario informativo a Cagliari

Pubblicato in |

A cura della Redazione
Crisi d’impresa, misure di allerta per prevenirla ed esdebitazione per contrastarla; seminario organizzato da Confcommercio – Sud Sardegna a Cagliari, 24 maggio 2019.

I maltrattamenti sui minori in Puglia

Pubblicato in |

a cura della Redazione
CESVI, maltrattamento all’infanzia: Puglia regione “a elevata criticità”: è quartultima in Italia.

Avvocato, disponiamo una CTU?

Pubblicato in ||||

Alessandra Capuano Branca (Avvocata in Vicenza)
Nei Tribunali ordinari si registra il sempre più frequente ricorso alle CTU per disciplinare l’affidamento dei minori.