surfisti poeti

surfisti poeti

di Nicola Lopez (Giurista d’impresa in Roma)

Anche i surfisti sono poeti
se consideriamo che
almeno a occidente dell’Occidente

ANCHE LORO sono alla ricerca
dell’onda perfetta
con il perfetto ritmo sublime
ANCHE LORO sono alla ricerca
della luce eterna
in fondo al tunnel del tempo

ANCHE LORO volerebbero
attraverso la cruna di un ago
ANCHE LORO sono realisti
e riconoscono un’onda assassina
quando la vedono

QUESTI NON SONO dei cyberpunk
che navigano nel cyberspazio
SONO MARINAI CHE SANNO
che il mare come la vita ha le sue rabbie
e puo’ essere un mostro spietato
SE VUOLE
e sbatte la poesia della vostra eterna estate
contro gli scogli senza rima dell’oltraggiosa fortuna

Lawrence Ferlinghetti
(da “Non come Dante”, edizioni Minimum Fax)

(Anche) i surfisti sono poeti, dice Ferlinghetti.
Ma quell’”anche” a me e’ sempre sembrato pleonastico.

Ma certo che i surfisti sono poeti!
Conciliano il sole e l’acciaio di Mishimiana memoria con vulnerabilità degne del piu’ bieco Mc Ewan.
Assorbono l’energia di un’onda, assecondandola per trasformarla in guizzi cinetici: non è forse questo un esercizio simile all’abbattere le proprie difese raziocinanti per esporsi alle tempeste emotive che generano il verso?

Ricordo pomeriggi inoltrati trascorsi in mare ad aspettare il tramonto sotto il vento di maestrale.
Ricordo di aver effettivamente colloquiato con modeste montagne d’acqua, sentendole crescere sotto di me, gonfiarsi irrefrenabili sollevandomi ad altezze precarie per poi fiondarmi in un silenzio denso di vibrazioni verso la loro valle, non senza inseguirmi con piccoli affilati artigli di schiuma. Pulsazioni liquide goffe come giganti inconsapevoli della propria forza, dolci quasi sempre, sprezzanti a volte. Solarità nutrita di introspezione, in uno sforzo quasi schizofrenico, eppure naturale.

Ho nel naso l’esatto profumo del vento di levante nel momento in cui si scontra con lo scirocco nuovo e negli occhi la consistenza innegabilmente ruvida del mare che si piega alla vittoria battente del vento da sud.

Nelle braccia, posso ancora sentire la stanchezza trascendente dello sforzo iperfisico, dove il corpo ha negoziato i propri limiti abituali con il desiderio, rigenerandosi in mille-mini-morti.

E nel cuore porto sempre il ricordo di un compagno d’onda che l’ha seguita ben oltre l’orizzonte. E non è tornato piu’.

Pic.: Andrea Guerriero, 1982

#TOPICS: ultimi articoli

Un altro mondo è possibile

di Anna Losurdo
È opportuno abbandonare l’approccio diffidente e manifestare fiducia nei debitorie nel ruolo determinante dei professionisti, prima di tutto gli Avvocati, che li affiancheranno

Leggi l'articolo

Il fondo di garanzia INPS

di Massimo Corrado di Florio
sarebbe auspicabile una sorta di fuga dall’eccesso formalistico che porta alla creazione di una grammatica procedurale espressione di una burocratizzazione dannosa

Leggi l'articolo

Una storia dei debiti

di Enzo Varricchio
Per chi non riesce a pagare i debiti si è troppo spesso profilato il baratro del suicidio o comunque della rovina personale e familiare

Leggi l'articolo

Gli Avvocati e il codice della crisi

di Carlo Orlando (Consigliere Nazionale Forense)
È essenziale che le prestazioni intellettuali rese in ambito concorsuale e pre-concorsuale godano della prededuzione e che i compensi siano proporzionati alla complessità dell’incarico

Leggi l'articolo

Autonomia negoziale e comunicazione

di Giampaolo Di Marco (Avvocato in Vasto)
Nella gestione dei rapporti patologici tra creditore e debitore si è ampliata la sfera di intervento dell’autonomia privata su base negoziale

Leggi l'articolo

Nuova esdebitazione

di Alvise Cecchinato (Avvocato in Pordenone)
Le modifiche alla liquidazione e la possibilità di esdebitazione senza patrimonio e liquidazione forse daranno davvero la possibilità della seconda chance

Leggi l'articolo

Una occasione perduta

di Luigi Amendola (Avvocato in Salerno)
Il nuovo Codice della crisi non ha risolto il mancato coordinamento tra le disposizioni preesistenti e la legge 3/2012 in tema di falcidiabilità dell’IVA e delle ritenute operate e non versate

Leggi l'articolo

La liquidazione controllata

di Francesco Angeli (Commercialista in Terni)
La nuova disciplina della liquidazione controllata ha risolto i problemi procedurali della liquidazione dei beni nella L. 3/2012 e consente maggiore celerità e migliore soddisfacimento dei creditori

Leggi l'articolo

La direttiva UE 2019/1023

di Stefania Pacchi (Diritto commerciale – Università di Siena)
La Direttiva non presenta né un progetto globale di diritto delle imprese in crisi nè un progetto analitico e completo di disciplina delle ristrutturazioni ma soltanto indirizzi su alcuni punti fondamentali

Leggi l'articolo

Archivio

Indice

Rubriche: ultimi articoli

A come…

Pubblicato in

A cazzariii. Mo’ si svelano tutti gli altarini. Gli arcani…

DIVISI

Pubblicato in

Separati con dolore. Pronti al nuovo che non avanza. Semplicemente…

Si vive per lavorare e si muore di lavoro

Pubblicato in

Ma quanto dura una notizia? Dipende. Come sempre. L’abitudine alla…

Torri

Pubblicato in

“Il giorno seguente non morì nessuno…” mi sarebbe piaciuto scrivere…

La fiducia. Una spirale ci annoierà

Pubblicato in

C’è chi la chiede e chi la dà. C’è anche…

Come si diceva? C’è voluto poco

Pubblicato in

Tutto era già scritto. Tutto era già programmato. Con largo…

Un altro mondo è possibile

Pubblicato in |||

di Anna Losurdo
È opportuno abbandonare l’approccio diffidente e manifestare fiducia nei debitorie nel ruolo determinante dei professionisti, prima di tutto gli Avvocati, che li affiancheranno

Il fondo di garanzia INPS

Pubblicato in |||

di Massimo Corrado di Florio
sarebbe auspicabile una sorta di fuga dall’eccesso formalistico che porta alla creazione di una grammatica procedurale espressione di una burocratizzazione dannosa

Una storia dei debiti

Pubblicato in |||

di Enzo Varricchio
Per chi non riesce a pagare i debiti si è troppo spesso profilato il baratro del suicidio o comunque della rovina personale e familiare

QUASI AMICI

Pubblicato in

L. e N., quasi amici. La misura del quasi è…

Ciarlatano mio Ciarlatano. il Don Chisciotte de noantri

Pubblicato in

Un po’ di ragione vorrei attribuirmela. Lo so, è inelegante…

RIPOSIZIONAMENTI

Pubblicato in

Eravamo alla frutta. Occorreva uno scossone serio. Non so bene…