Anche il tempo muore di Alzheimer

Anche il tempo muore di Alzheimer

di Massimo Corrado Di Florio

Il tempo che passa non è come uno spettatore che va accontentato per forza. E non lo si deve fare in nessun teatro immaginario.

Siamo tutti nel medesimo narrato reale. Tutti attori ma senza un copione da imparare a memoria. Talvolta facciamo finta di scordarcene. E lo si fa per una semplice esigenza: sopravvivere è istintivo. Chiunque si sofferma anzitempo a rifletterci su, anche per un solo istante, consuma il più rapidamente possibile il tempo a disposizione.

Ma, qual è il tempo a disposizione? E qual è la misura cui potersi ispirare per tentare di trovare un qualunque orientamento possibile? Sarà forse il tempo entro cui occorre fare qualcosa? Fare per forza qualcosa, intendo.

Non lo credo possibile e piuttosto credo che ogni forzatura finisca col far degradare ogni sforzo accelerativo verso una sub specie di recita del sé. Altra ipotesi di istintiva forma di sopravvivenza. Probabilmente allora l’unico punto fermo è il tempo che è stato. Fine. Ossimoricamente fine.

Quando ero giovane, si dirà. Quando ero giovane, dico. Pessima scelta, ovviamente, non dirlo mai, non foss’altro per il fatto che, non dicendolo, si è è già negata l’esistenza stessa di ciò che è stato. Essere giovani, esserlo stati.

Ora, non scomoderò affatto il pensiero di chi sostiene che si inizia a morire non appena venuti al mondo. Non lo faccio perché è una faccenda talmente vecchia che non merita più alcuna attenzione. Almeno da parte mia. Suggestivo pensare ad una faccenda vecchia annodata ad un evento nascita. Ossimori a profusione. Sarà il tempo che passa.

Provate voi a stare vicino a chi, perfino fin troppo giovane, nemmeno si accorge più del tempo che passa. Mia mamma era diventata così. Un’altra cosa cioè. Si consuma quel tempo del tutto deprivato di qualunque dimensione temporale. Un non-tempo, per l’appunto. Conosco altre mamme che si consumano piano in un tempo già completamente finito. Sì, proprio quel tempo a disposizione di cui ho detto prima. Conosco padri in quella forma di a-dimensione. Storture accidentali dite? Sarà…. Son storture annientanti.

L’anticamera del limbo o, molto più probabilmente, il limbo di chi osserva un tempo altrui che muore di Alzheimer. E parlo di un osservatore che non desidera essere affatto privilegiato.

Quindi? Si resta giovani se la dimensione del tempo non ci appartiene più? Mi pare una specie di cartone animato in cui non si ha nemmeno la libertà di scegliere se entrarci o meno. Il guaio è che questo male del secolo è l’emblema stesso della privazione della libertà di scelta. Anche quella di esser giovani.
E’ un tempo che, quando arriva, arriva. Si dirà: “ma così è troppo presto, però”. Lo so, forse avremo di che lamentarci in futuro. Il nostro, ovvio. Quello degli altri, di quelli non più liberi di decidere se ricordare di essere stati giovani, è terminato. Mi ripeterò. Anche il tempo, perciò, muore di Alzheimer.

Come scrive Cesare Pavese, “perdono tutti e a tutti chiedo perdono”. Sarebbe bello se lo potesse dire il tempo. Ma, quale? Quello che che sta per arrivare o quello che è passato? Inutili dilemmi. Per il momento, ho termini che scadono. Le difese finali se ne fottono. Perfino di Cesare Pavese che ci ha lasciato a 41 anni compiuti. Anzitempo, per non dire giovane.

PH: Massimo Corrado Di Florio, pc, 2019

Dello stesso autore: https://www.oralegalenews.it/topics/anti-stigma/4662/2019/

#TOPICS: ultimi articoli

Derivati: più tutele a risparmiatori ed enti locali

Ugo Patroni Griffi (Ordinario di Diritto Commerciale nell’Università di Bari “Aldo Moro”) e Nicola Benini (Consulente finanziario indipendente)
Le Sezioni Unite segnano un punto, probabilmente definitivo, a favore del cosiddetto risparmio tradito

Leggi l'articolo

Dove è finita l’innovazione?

Carla Broccardo (Avvocata in Bolzano – Noi di Spoiler)
Un nuovo umanesimo che raccolga le istanze e le ragioni di donne e uomini che lavorano nelle istituzioni

Leggi l'articolo

I 150 anni della Ragioneria Generale dello Stato

Biagio Mazzotta (Ragioniere generale dello Stato)
Il nuovo scenario vedrà impegnata la Ragioneria ad assicurare collaborazione e supporto ai diversi soggetti istituzionali

Leggi l'articolo

Il coraggio indispensabile

Anna Losurdo
Per non tornare ai labirinti normativi e culturali della nostra legislazione attuale è indispensabile il coraggio di riscrivere tutte le norme delle procedure amministrative

Leggi l'articolo

Lasciateci vivere

Massimo Corrado Di Florio
Facile e allo stesso tempo assai pericoloso creare regole al di fuori delle regole stesse quando il navigare a vista diviene regola primaria

Leggi l'articolo

Una statua per San Nicola

Rocco Lombardi (Avvocato in Bari)
Ora Legale supporta Antenna Sud nell’iniziativa “Una statua per San Nicola”: costruire un monumento colossale del Santo per rilanciare Bari e la Puglia

Leggi l'articolo

Le potenzialità della tartaruga

Roberto Oliveri del Castillo (Consigliere della Corte d’Appello di Bari)
Per il nostro Sud è necessario riprendere esempi organizzativi e recuperare spirito pioneristico e di coesione

Leggi l'articolo

Instituere – il Patto

Massimo Corrado di Florio
Un potere dello Stato mostra di sé la peggior faccia possibile. Ciò che resta è una melodia amara che svolazza stanca tra le pieghe del nostro tricolore

Leggi l'articolo

Diritti sociali

Fernanda D’Ambrogio (Avvocata in Caserta)
Occorre riscrivere le regole dell’organizzazione pubblica attribuendo finalmente i giusti spazi di azione alla competenza e alla professionalità

Leggi l'articolo

Archivio

Indice

Rubriche: ultimi articoli

istruzioni dall’Istruzione

Pubblicato in

Sbullonati, fuori dai cardini, privi di prospettiva come un dipinto…

Dove è finita l’innovazione?

Pubblicato in |||

Carla Broccardo (Avvocata in Bolzano – Noi di Spoiler)
Un nuovo umanesimo che raccolga le istanze e le ragioni di donne e uomini che lavorano nelle istituzioni

I 150 anni della Ragioneria Generale dello Stato

Pubblicato in |||

Biagio Mazzotta (Ragioniere generale dello Stato)
Il nuovo scenario vedrà impegnata la Ragioneria ad assicurare collaborazione e supporto ai diversi soggetti istituzionali

Il coraggio indispensabile

Pubblicato in |||

Anna Losurdo
Per non tornare ai labirinti normativi e culturali della nostra legislazione attuale è indispensabile il coraggio di riscrivere tutte le norme delle procedure amministrative

Dalla parte delle istituzioni

Pubblicato in |||

Leonardo Spagnoletti (Consigliere di Stato)
Di riforma dello Stato e di riforme istituzionali si parla dalla fine degli anni settanta, eppure le molte (troppe) riforme attuate non hanno prodotto alcuna vera modernizzazione

Maternità surrogate

Pubblicato in |||

Teresa Pagliaro (Avvocata in Santa Maria Capua Vetere)
Risultano coinvolti diversi soggetti, tutti titolari di diritti fondamentali, rispetto ai quali sorgono delicati problemi di armonizzazione

Le scelte necessarie

Pubblicato in |||

Carlo Orlando (Avvocato in Perugia)
Occorre operare scelte coraggiose e lungimiranti per la tutela del sistema sociale perché nulla sarà come prima

Servi e Signori

Pubblicato in

“…lavorando per il signore, il servo impara e diventa potente,…

Il giudice bravissimo, il raccomandato e il cretino

Pubblicato in ||||

Roberto Oliveri del Castillo (Consigliere della Corte d’Appello di Bari)
Secondo una frase attribuita a Giovanni Falcone su chi nominare a capo di una Procura, tra uno bravissimo, uno appoggiato dal governo e un cretino, quello che ha meno chances di farcela, è quello bravissimo

I LAVORATORI – il lavoro

Pubblicato in ||||

di Massimo Corrado Di Florio
Ieri, il nostro caro Statuto dei Lavoratori segnò un’epoca e nulla restò come prima.
Viva le Libertà. Sempre

Lasciateci vivere

Pubblicato in |||

Massimo Corrado Di Florio
Facile e allo stesso tempo assai pericoloso creare regole al di fuori delle regole stesse quando il navigare a vista diviene regola primaria

Phishing economy: il gioco d’azzardo

Pubblicato in |||

Rosanna Maria Della Corte (Psicologa e psicoterapeuta in Milano)
Dietro la diffusione del gioco d’azzardo c’è una strategia industriale accuratissima delle aziende preposte alla produzione di giochi e scommesse